L’accesso a Wikipedia bloccato dal Governo Turco

Non si fermano le restrizioni adottate da Ankara per fermare la libertà di informazione sul web

Continuano gli atti restrittivi contro la libera informazione sul web da parte della Turchia.Una persecuzione, quella contro le informazioni in rete, iniziata nel  2008 quando il Governo di Erdogan  decise di bloccare You Tube.In seguito le autorità turche hanno continuato l’ opera massiccia di impedimento ai social network, chiudendo migliaia di siti, senza tralasciare neanche i più importanti come Facebook e Twitter.Questa volta è toccato all’enciclopedia on-line Wikipedia.

Ankara le ha “tappato la bocca!”

Secondo l’agenzia ufficiale turca, che cita il Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni, il blocco del sito è avvenuto “dopo essere diventato una fonte di informazione che agisce con i gruppi che conducono una campagna nociva contro la Turchia nel contesto internazionale”. A segnalare la notizia i Turkey Blocks, organizzazione che monitora gli accessi e le restrizioni ad internet. Sul loro sito si legge che il blocco è avvenuto dalle 8 di questa mattina. La spiegazione del perché si è proceduto a sospendere l’ennesima fonte di notizie in rete arriva da parte del Governo turco tramite l’agenzia Anadolu, secondo cui “Wikipedia non avrebbe rimosso dei contenuti sui legami fra la Turchia e alcuni gruppi terroristici”.

 

 

 

 

 

 

Francescapaola Iannaccone

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.