Anni di fatica e botte e vinci, casomai

Il portiere più forte di sempre contro l'attaccante più forte del mondo. Buffon contro Ronaldo per alzare al cielo il Pallone d'Oro

Due sono le certezze in questa stagione: Cristiano Ronaldo è attualmente il giocatore più forte e decisivo del mondo (con buona pace di Lionel Messi), e Gigi Buffon è il portiere più forte di sempre, senza buona pace di nessuno ma con la consapevolezza di tutti. Due così non potevano che incontrarsi in finale di Champions, il prossimo 3 giugno, in quel di Cardiff.

Da un lato oltre 100 goal nella competizione, dall’altro un muro fatto di esperienza, esplosività, gestione delle energie e consapevolezza. Uno che qualche Pallone d’Oro al cielo l’ha alzato, ed uno che tra i pali non farebbe passare nemmeno sua moglie in cerca di affetto.

Che poi Gigi quel trofeo l’ha sfiorato una volta, l’unica grande parata che gli è sfuggita. Era il 2006 e davanti a lui è svettato alto uno che della fisicità non ha mai fatto il suo punto di forza. L’Italia era campione del mondo e Fabio Cannavaro riportò in patria un titolo che mancava da anni.

Pallone D'Oro

gazzetta.it

Ed oggi? A poco meno di un mese dalla finale, a chi lo assegnereste il Pallone d’Oro? Cristiano ha dimostrato, se ancora ce ne fosse bisogno, di essere un alieno capitato per caso sulla terra e finito sui campi di pallone. Gigi invece è impassibile, impeccabile tra i pali, lucido sotto pressione e preciso davanti al microfono. Quel campione indiscusso che tutti ti invidiano e che ha fatto da ponte tra la vecchia e nuova generazione di portieri italiani.

Se il Pallone d’Oro è ancora il titolo da assegnare al giocatore più forte della stagione, probabilmente Ronaldo lo merita di diritto. Tanto più con la Champions tra le grinfie madridiste. Ma se dovesse succedere, se Gigi dovesse alzare al cielo la coppa dalle grande orecchie, allora forse sarebbe giusto pretenderlo quel riconoscimento.

L’attaccante più forte del mondo avrebbe perso contro il portiere più forte di sempre. La storia del calcio mondiale avrebbe dimostrato al presente e al futuro di questo sport che un colpo di reni può ancora tutto contro un tiro diretto sotto l’incrocio dei pali.

L’Italia catenacciara e tattica si dimostrerebbe ancora superiore a tutti. Perché dopo anni di fatiche e botte vinci, casomai…

Tommaso Calascibetta

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.