Che fine ha fatto Pokémon GO?

I motivi di un rapido declino

Oggi parleremo di Pokémon GO, il famoso gioco per smartphone, che ha guadagnato enorme popolarità nell’estate 2016. Purtroppo per Nintendo e Niantic (casa produttrice e casa sviluppatrice), da novembre il titolo ha visto un declino delle attività sull’app. Difatti, se consideriamo i dati di agosto, ha avuto un calo del 47 percento. Dove si è passati da 94 milioni di giocatori attivi a poco più di 50 milioni. E l’utenza continua a diminuire, anche se non si è arrivati ancora ad un punto di non ritorno. Infatti la casa sviluppatrice dell’app ha distribuito, da Agosto 2016 ad oggi, diversi update che hanno implementato poche piccole cose, cercando il modo di riprendere un trend positivo. Ma vediamo quali possono essere i problemi che hanno portato ad un così rapido declino nell’interesse intorno al gioco.

I motivi del declino di Pokémon GO

Innanzitutto possiamo dire che l’applicazione, pubblicizzata tantissimo in fase di test, ha ricevuto un ampio consenso per la novità dell’uso della fotocamera creando un mondo in realtà aumentata. Ma si sa, spesso nel mondo videoludico le novità durano poco, poi molti utenti si stancano della tendenza, sentendo la necessità di qualcosa di nuovo. Per quanto concerne Pokémon GO il discorso è analogo. Uno dei motivi principali, leggendo soprattutto i forum online, sembra essere l’assenza di un aggiornamento che introduca la chat e permetta la conversazione tra utenti. Oggi qualsiasi applicazione ha una chat che permette di scambiarsi qualche parola. Infatti riprendendo le parole di Mark Humphery-Jenner (docente all’Università di Sidney): «Gli sviluppatori non hanno introdotto nuovi elementi abbastanza rapidamente da permettere ai giocatori di non annoiarsi». Solo in America gli introiti del gioco sono scesi dai 16 milioni di dollari del mese di Agosto a 2 milioni di dollari ad ottobre. Ma non è solo questo. Un’altra motivazione possiamo prenderla dalle parole di un ragazzo, che per primo ha terminato l’intero gioco,  Nick Johnson. Egli afferma che anche il cambio di stagione ha prodotto un netto calo nell’interesse. Continua dicendo: si è passati a giornate più corte e al ritorno a pieno ritmo alla routine scolastica e lavorativa.

Le idee per una ripresa di Pokémon GO

Ma non è tutto così nero. Infatti vedendo la criticità dei dati per smartphone si è subito pensato di sfornare nuovi titoli per console. In questo caso la Pokémon Company ha sviluppato Pokémon Sole e Luna per Nintendo 3DS. Stando a quanto si apprende dalla gazzetta giapponese Kanpo l’utile netto è passato da 5,6 milioni a 143,3 milioni. I dati sono riferiti soprattutto alle vendite su Nintendo 3DS, oltre che ai guadagni tramite pubblicità e agli acquisti nell’app. Come detto, ampliare lo sviluppo ha portato a grossi profitti generando un vero e proprio business con annesso merchandising. Ma non ci si è fermati a questo.

Niantic, sviluppatrice di Pokémon GO, sarebbe al lavoro per tentare la ripresa del trend anche per smartphone, attraverso un ampio aggiornamento per l’estate. Lo sviluppatore non ha ancora rilasciato un comunicato ufficiale, ma emergono indizi dall’intervista rilasciata da parte di Mathieu de Fayet (VP of Strategic Partnerships di Niantic) per O Globo. Alla domanda dell’intervistatore, che chiedeva quale strategia intendesse seguire Niantic per risollevare le sorti del gioco, de Fayet ha confermato che ci sarebbero 3 grosse novità in arrivo per l’estate: più valore per la scelta del team, le battaglie tra i giocatori e l’arrivo dei Pokémon Leggendari. Sarà la strada giusta? Lo scopriremo molto presto (speriamo).

Enzo Auriemma

1 Commento

  1. Avatar
    Char Giugno 02, 2017

    Ma Pokemon Sole e Luna mica li hanno sviluppati apposta dopo che Pokemon Go è iniziato a scendere, quelli da mo’ che erano stati annunciati, prima ancora di Pokemon Go. Anzi, si diceva quasi che fosse Pokemon Go quello ad essere solo una scusa per creare nuovo hype per i Pokemon prima dell’uscita di Sole e Luna, così da far aumentare le vendite per la console…

    Reply

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.