Cristiano Ronaldo: sei tu il più forte

Con la tripletta all'Atletico Madrid, CR7, raggiunge quota 103 in Champions League

CR7, è questo il nome da cyborg  di Cristiano Ronaldo, i droidi di Star Wars non esiterebbero un attimo ad inchinarsi a lui: la macchina perfetta. Con la tripletta all’Atletico Madrid, Cristiano, ha dimostrato di essere il giocatore più forte d’Europa per il secondo anno consecutivo. No, non stiamo esagerando. Cristiano Ronaldo è esagerazione, è l’esaltazione maniacale dello sportivo. Famoso per i suoi allenamenti in pieno stile Mark Lenders di Holly e Benji (Captain Tsubasa, per i nostri lettori del Paese del Sol Levante); CR7 non conosce fatica, o meglio, probabilmente sì, ma è la sua migliore amica.

Un giocatore capace di imporsi nello stesso secolo in cui un argentino di nome Lionel Messi ha deciso di parcheggiare la sua navicella sul medesimo pianeta del cyborg di Madeira. La storia calcistica di Cristiano Ronaldo comincia nello Sporting Lisbona, ma sarà poi Manchester, sponda United, a farne CR7. In Inghilterra, la prima squadra a farne le spese è stata il Portsmouth: il portoghese confeziona la rete del 2-0 con una punizione da posizione defilata che, per gentile concessione del terreno e del portiere avversario, mette ancor più in evidenza il numero che ha sulle spalle. Si tratta del 7. L’ultimo ad indossarlo fu Beckham, anche lui bravino sui calci di punizione; stesso numero, tra l’altro, di quello che è considerato il miglior calciatore che abbia mai indossato la casacca dei Red Devils: George Best.

La ricetta del campione

Così cantava Luca Dirisio, quello di “Calma e sangue freddo”. Non basta la cura del dettaglio se di base non hai una tecnica fuori dal comune a completare le tue ottime doti fisiche. Cristiano è anche questo: tiro dalla distanza, bordate impressionanti che farebbero impallidire anche un presentuosissimo Oliver Kahn. Nonostante non sia una punta, ha uno stacco di testa degno del miglior numero nove, mantenendo però quell’eleganza e quella posizione plastica che lo contraddistinguono (vedi il gol nella finale di Champions del 2008). Il suo strapotere fisico rende letali le sue progressioni palla al piede, condite da dribbling che il più delle volte lasciano sul posto l’avversario. Dominante è forse il termine adatto.

Vita privata

Basta seguirlo su Instagram per capire quanto Cristiano ami suo figlio. Cristiano Ronaldo Jr. è nato da una relazione che il portoghese ha voluto tenere nascosta, quello che invece non nasconde è il trattamento che riserva al piccolo, viziato e coccolato. Devoto alla madre, nonostante la stessa abbia dichiarato che, essendo Cristiano il quarto figlio, avrebbe voluto abortire. Signora, se lo lasci dire, ha fatto bene a tenerlo.

Messi

Un discorso a parte merita il duello che ormai da un decennio anima il calcio europeo. È più forte Cristiano Ronaldo o Lionel Messi? Dopo un primo momento in cui sembrava che Messi avesse ormai schiacciato l’avversario, un colpo di coda del portoghese sembra aver riportato dalla sua parte anche coloro che avevano incoronato l’argentino. Quello che ci sentiamo di dire è che Cristiano Ronaldo è sicuramente più decisivo di Lionel Messi. CR7 in Champions League si trasforma, Messi tende invece a deprimersi quando le cose non vanno bene. Uno è tutto cuore e fantasia, l’altro sudore e fibre muscolari.

Culto dell’eroe

Con la sua settima tripletta ha quota 103 gol in Champions League, cifre da capogiro. Con Messi già fuori dalla competizione, Cristiano potrà allungare ulteriormente sull’argentino, con un pensierino anche al campionato, dove è fermo a 20, contro i 33 della Pulce. Quel che è certo è che se dovesse laurearsi ancora una volta campione d’Europa, il Pallone d’Oro non potrebbe andare in mani migliori. Anzi, in piedi.

 

Felice Ragona

Ventun anni, siciliano dislocato nella Capitale. Aspirante giornalista, disponibile in tutti i negozi di elettrodomestici.

1 Commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.