Google Now, la comprensione del linguaggio arriva al 95 percento

Il sistema di riconoscimento vocale riconosce il linguaggio umano quasi perfettamente

Il riconoscimento del linguaggio umano di Google Now

I sistemi di riconoscimento del linguaggio umano continuano a migliorare nel tempo. Negli ultimi giorni è stato appunto riportato, tra gli altri da Tutto Android, che Google Now ha raggiunto una precisione del 95 percento. Tale risultato consente a Google di poter rilevare le voci, agire in diverso modo su di esse e rappresentare un grande vantaggio per il Google Assistant.

Il progresso continua

Il dato riportato è stato confermato da Mary Meeker alla Code Conference tenuta in California. Grazie alla conferma di questo dato Google Now può sottolineare i propri enormi progressi nel campo dell’apprendimento autonomo avvicinandosi al raggiungimento della perfezione nella comprensione del linguaggio umano – anche se per molti è un risultato impossibile.

Stando ad un report di Kleiner Perkins Caufield & Byers, il miglioramento del sistema di comprensione del linguaggio umano è aumentato del 20 percento negli ultimi quattro anni, grazie anche agli investimenti effettuati nel campo del machine learning, portando l’azienda a raggiungere questi risultati. E’ stato confermato inoltre che nel 2016 il 20 percento delle ricerche su smartphone vengono effettuate sfruttando un supporto vocale.

Google now

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/schermo-di-tocco-telefono-cellulare-1023967/

Cos’è il Machine Learning?

Il machine learning è una campo di studi dell’informatica che, tramite algoritmi e acquisizione di dati, permette ad un dispositivo di imparare autonomamente nuove cose, ciò si basa sull’associazione dei dati ad un contesto come, ad esempio, il significato di una parola a seconda della frase in cui viene utilizzata.

Come sarà il futuro di Google?

Google non ha problemi nella raccolta di dati e neanche sotto il punto di vista della programmazione di algoritmi (in questo caso di Google Now) in grado di migliorare ulteriormente i suoi servizi. Riuscirà l’azienda a portare il suo servizio ad un livello ancora più alto? Lo scopriremo in futuro.

Antonio Galasso

Puglia, 1998, studente di Informatica e Telecomunicazioni, amante dei videogiochi e della tecnologia.

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.