Internet Day 2017: Il dilemma digitale discusso sul palco del Maxxi di Roma

InternetDay, 31° primavera. Dal palco del Maxxi di Roma i bilanci di una storia che dura da tre decenni

Uomini, robot e tasse: il dilemma digitale“ è il Diario dell’innovazione ed è il titolo dei risultati della ricerca congiunta condotta da Agi e Censis nonché il tema discusso in un round table tra i vari stakeholders del mondo dell’innovazione questa mattina sul palco del Maxxi di Roma. L’evento è stato trasmesso in diretta dall’Agenzia giornalistica italiana e l’incontro moderato dal suo direttore, Riccardo Luna.

Il giorno in cui cambiò tutto per l’Italia

Era il 30 Aprile quando nel 1986 l’Italia, per la prima volta, si connesse ad Internet. Il segnale partì dal Centro universitario per il calcolo elettronico (CNUCE) di Pisa, raggiungendo la stazione di Roaring Creek, in Pennsylvania, negli U.S.A.

La riuscita di quel ponte di connessione era la fine di un progetto condotto da pionieri e l’incipit di quella che oggi noi tutti conosciamo come era digitale. Da allora sono trascorsi esattamente 31 anni.

Nel 2016, si è festeggiato il 30° anniversario del risultato di quel progetto (http://italianinternetday.it), ed è stato anche l’anno considerato delle fake news delle post verità.

 

Cover Lbro “IL FUTURO TRENT’ANNI FA”

Oggi è disponibile, tra le tante pubblicazioni sul tema, anche il lavoro presentato durante uno dei panel, curato da Arturo Di Corinto e Laura Abba “Il Futuro trent’anni fa – Quando Internet è arrivata in Italia”.

Sul palco, è il segretario generale del Censis, Giorgio De Rita, ad aprire la discussione sui risultati ottenuti dalla ricerca (scaricabile on line) analizzati anche dal ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, il presidente della Casaleggio Associati, Davide Casaleggio, e il presidente di Confindustria Digitale, Elio Catania.

L’evoluzione globale della società connessa

Un percorso progressivo lungo tre decenni, che ha visto il passaggio da una società analogica a quella digitale, dal telefono analogico al telefonino, dal cellulare allo smartphone per essere oggi in rete anche in modalità mobile ed essere in corsa per lo sviluppo del 5G.

Questa seconda edizione dell’Internet Day oltre ad esser occasione  di rinnovo della memoria delle origini dei tempi – di una nuova rivoluzione industriale, in primis, una evoluzione culturale e sociale, umana e relazionale tra l’uomo e le nuove tecnologie, lo è, soprattutto, di promozione delle culture digitali, dello sviluppo della rete intesa come connessione digitale e tecnologica nonchè di sviluppo delle reti sociali.

Su questa scia, il 19 Settembre in Sicilia, in provincia di Catania, organizzato dall’Italian Chapter, si terrà l’incontro dell’ ISOC (Internet Society).

Con l’hashtag #internetday è possibile rintracciare le conversioni on line sul tema della giornata.

Francesca Ferrara

Freelance Multimedia Journalist, Video&Photoreporter, Communication Consultant, Press Officer, Organizer Events Autrice del capitolo” "Gli strumenti del comunicatore digitale" per "Social Media Marketing - Una guida per i nuovi comunicatori digitali" Ed. Franco Angeli 2012, ha organizzato a Napoli “Sentieri Digitali” la prima rassegna di culture digitali (sentieridigitali.eu) e il Vesuvio Camp, il primo barcamp napoletano oltre che GGD (Girl Geek Dinners Campania): la cena per le donne appassionate di internet, tecnologia e nuovi media. Le sue pubblicazioni si trovano su varie testate locali e nazionali. Ha fondato il blog-magazine MagnArt.it )

2 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.