PA Social: la nuova comunicazione pubblica

Nasce il portale, la pagina Facebook e il canale Telegram PA Social

PA Social è la prima associazione italiana che va incontro ai cittadini, ricercandoli dove trascorrono buona parte del loro tempo per informarsi, per rilassarsi e per restare in contatto con amici, colleghi, parenti: sui social. Questa innovativa associazione nasce dall’evoluzione del gruppo di lavoro #PASocial, nato nel novembre 2015, dai comunicatori, capo uffici stampa, social media manager del Governo e di varie istituzioni nazionali, con l’idea di fare rete e di rendere la comunicazione pubblica delle istituzioni sempre più efficace e a portata di click e di smartphone.

Nasce PA Social, la prima associazione italiana dedicata alla nuova comunicazione via web, social network e chat. Su www.pasocial.info tutti gli eventi, le proposte e come fare per partecipare #pasocial

تم نشره بواسطة ‏‎PA Social‎‏ في 4 يوليو، 2017

La nuova comunicazione pubblica, sempre più social

La Pubblica amministrazione diventa sempre più digitale e social, per avvicinare le istituzioni ai cittadini, informare gli utenti in modo aperto, diretto e trasparente, fornire servizi migliori e più veloci, confrontarsi sui temi della comunicazione pubblica proprio grazie alla nuova comunicazione che si basa su web, social, chat, Telegram.

I social media devono essere parte integrante della pianificazione e dello sviluppo della comunicazione della PA che ne cambiano inevitabilmente i tempi, le modalità e il linguaggio. Web, social e chat applicate anche all’amministrazione pubblica creano una smart city, accorciando le distanze tra cittadini ed amministrazioni pubbliche e favorendo la fiducia verso di esse e divenendo un punto di riferimento attivo.

PA Social e le nuove professioni della comunicazione digitale

PA Social intende valorizzare la figura del social media manager e istituzionalizzare tutte le nuove professioni del mondo della comunicazione e dell’informazione legate al web nell’ambito sia della Pubblica Amministrazione e che delle aziende. Il digitale mette in gioco nuovi strumenti e quindi nuove competenze, e la necessità di armonizzare le nuove figure professionali alle funzioni legate all’informazione, alla comunicazione e al digitale. Sono sempre più necessari responsabili citizen satisfaction, e occorre ripensare ai responsabili della comunicazione interna e delle campagne ed eventi, oltre al responsabile dell’ufficio stampa i cui ruoli e competenze si modificano alla luce dei nuovi strumenti digitali.

PA Social intende sostenere, sviluppare e promuovere l’uso dei social media e dei nuovi strumenti digitali non solo nelle istituzioni, ma più in generale nel mondo accademico, commerciale e pubblico. E combattere qualsiasi uso distorto e il fenomeno delle fake news, diffondendo così la cultura della democrazia in rete e dell’informazione e della comunicazione. Quindi, uno degli obiettivi principali di PA Social è sviluppare e promuovere la presenza di enti pubblici, istituzioni e aziende pubbliche sul web, sui social, nelle chat e nelle app, e sostenendo lo sviluppo dei servizi ai cittadini e il miglioramento del rapporto tra  istituzioni e cittadini, che vuole divenire sempre più efficace, diretto, immediato.

PA Social la nuova comunicazione pubblica

Fonte: PA Social

PA Social si prefigge inoltre collaborazioni con associazioni, organizzazioni, enti locali, nazionali ed esteri, aziende del mondo digitale e social per creare un network per la circolazione dei saperi e delle buone pratiche e per l’aggiornamento professionale.

Conosciamoci meglio#PaSocial realizza corsi e seminari di formazione, workshop e convegni con strutture, aziende, enti…

تم نشره بواسطة ‏‎PA Social‎‏ في 12 يوليو، 2017

I propositi di PA Social

In attesa della revisione della Legge 150, PA Social propone una nuova comunicazione pubblica che si basi su “cinque desk”: i contatti con il pubblico e gestione dell’accesso civico, la redazione delle notizie e i rapporti coi media, la rilevazione dei feedback e della soddisfazione dei cittadini, le campagne di comunicazione e di organizzazione degli eventi, la comunicazione interna. Devono quindi essere ripensati i ruoli degli Urp e degli Uffici Stampa soprattutto in ottica della gestione, dell’accesso e dei contatti via social, web e chat. E come le aziende, anche le amministrazioni pubbliche devono incentivare percorsi di formazione continua del personale e scambio di case history e buone pratiche.

PA Social si propone anche di organizzare corsi e seminari di formazione, workshop e convegni con enti pubblici e privati ed aziende, ed attività formative pensate per i propri iscritti e per il personale interno. Il prossimo evento si terrà mercoledì 19 luglio alle ore 10 presso il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio del Ministri, durante il quale interverrà anche Francesco Di Costanzo, Presidente #pasocial e Direttore citadiniditwitter, che presenterà la nuova associazione.

Mentre il 18 luglio si terrà online il corso gratuito “La comunicazione pubblica al tempo dei social: scenari, strategie, strumenti e nuove professioni”, organizzato in collaborazione con Forum PA.

Il 18 luglio, insieme agli amici di PA Social, terremo un imperdibile webinar sulla comunicazione pubblica al tempo dei social network.Info e iscrizioni👉👉http://bit.ly/webinar18luglio

تم نشره بواسطة ‏‎FPA srl – Forum PA‎‏ في 11 يوليو، 2017

PA Social vuole anche realizzare ricerche, studi, analisi conferenze, convegni ed iniziative editoriali sui temi della comunicazione e del digitale.

PA Social è anche su Telegram

Oltre il portale e la pagina Facebook di PA Social, il 3 luglio è stato creato anche il Canale Telegram che ha già 127 iscritti, pronti a ricevere in tempo reale gli aggiornamenti, le news, gli eventi dal mondo della pubblica amministrazione.

Fonte: Canale Telegram PA Social

 

Fonte: canale Telegram PA Social

Giovanna Di Troia

Speaker, giornalista pubblicista, blogger, social media manager, event specialist, ma soprattutto booklover dalla nascita. Appassionata di eventi culturali, di arte e delle nuove forme di comunicazione. Incuriosita dall’innovazione sociale ed affascinata dalle start up tecnologiche a vocazione sociale. Amo surfare nella Rete. Coautrice di due saggi. Mi puoi leggere anche su giodit.com

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*