Serie A, chi vincerà il prossimo campionato?

La prossima stagione inizierà tra non molto e ai blocchi di partenza tutte le big sono pronte a spodestare finalmente la Juventus

Negli ultimi anni, in questo preciso periodo, alla domanda usata come titolo dell’articolo che state leggendo, riuscivamo a dare solo ed esclusivamente una risposta: Juventus.

La Serie A che ci verrà proposta la prossima stagione invece è quella con meno certezze degli ultimi 10 anni. La differenza sostanziale con il passato è che la Juventus è ancora la squadra da battere, ma le pretendenti al trono sono decisamente di più e più competitive.

Milan

Montella

calciomercato.com

Montella ha, almeno sulla carta, una corazzata non indifferente e costruita con un solo obiettivo: vincere. Un eventuale fallimento sarebbe un disastro per le finanze rossonere ed è un’evenienza che ai piani alti del Milan non vogliono nemmeno immaginare. Qualificazione in Champions, magari dal terzo posto in su, ed un trofeo tra Europa League e Coppa Italia sono l’obiettivo minimo.

La rosa è attrezzata per farcela, il problema sarà riuscire a mettere insieme tanti pezzi che si incontrano quest’anno per la prima volta. Tante prime donne abituate a comandare nei precedenti club d’appartenenza e che ora dovranno riscrivere le gerarchie.

Ci riusciranno? Noi pensiamo ad un Milan da terza o quarta posizione. Difficile una vittoria in Coppa Italia e ancora più complicata in Europa League.

Inter

La situazione dall’altra parte di Milano è strana. Nessun acquisto sorprendente ma alcuni innesti interessanti e che hanno indubbiamente rafforzato la rosa, senza però stravolgerla. Il vero uomo in più è Spalletti, che negli anni ha dimostrato di conoscere come pochi la Serie A, ma che è sempre arrivato ad un passo dal traguardo, senza mai agguantarlo.

Ad oggi l’Inter, tolto il primo posto, può lottare agevolmente per un piazzamento da Champions. La differenza la farà l’assenza di Coppe, e soprattutto un mercato che da qui alla fine potrebbe regalare gioie ai tifosi.

Roma

Una rosa che si è indubbiamente indebolita, almeno fino ad oggi, ma che tolto Salah ha conservato tutti i suoi pezzi più pregiati mettendo in cassa un tesoretto non indifferente per un mercato che è tutt’altro che chiuso.

Di Francesco è chiamato alla prima vera sfida importante della sua carriera in Serie A, e se riuscirà a reggere la pressione di una piazza difficile come quella romana ha tutte le carte in regola per una delle prime tre posizioni. Un minimo cenno di cedimento e quella che verrà rischia di essere una delle peggiori stagioni degli ultimi anni in casa giallorossa.

Napoli

Mertens

napolisport.net

Quando in attacco hai Mertens, Milik, Callejon e Insigne. A centrocampo un Hamsik sempre più leader ed in panchina un Sarri che ha dimostrato di saper insegnare calcio in giro per l’Europa, hai ben poco da fare sul mercato. Ad oggi il Napoli non vendendo nessuno dei tuoi big ha fatto la miglior campagna acquisti tra le grandi. Da qui alla fine di agosto non sono da escludere colpi in difesa, ma non è la priorità a Castel Volturno.

Una rosa che conosce bene le disposizioni tattiche del mister, un parco attaccanti che ha fame di gol, ed un allenatore che potrebbe finalmente consacrarsi tra i grandi di questo gioco. Secondo noi Aurelio De Laurentiis ha finalmente costruito la squadra pronta a vincere il campionato, solo il campo però potrà darci ragione o smentirci.

Outsider

Lazio

Tolto questo quintetto, e al netto delle possibili sorprese che ogni anni possono emergere, è impossibile non citare tre formazioni come Atalanta, Lazio e Fiorentina. Tra le tre, è sicuramente quella allenata da mister Inzaghi quella attrezzata meglio per fare un buon campionato e andare avanti il più possibile in Europa.

I biancocelesti hanno perso una pedina importante come Biglia, ed hanno Keita in partenza. La società ha comunque investito bene ed è riuscita a mantenere i pezzi pregiati ed ha tutte le carte in regola per far bene.

Atalanta

Gli uomini di Gasperini invece hanno davanti un muro difficile da scalare di nome Europa League, una rosa corta e un livello tecnico medio sicuramente inferiore alle altre avversarie in Serie A. Fare bene in tre competizioni sarà molto difficile e quindi c’è solo da capire su cosa punteranno i bergamaschi.

Fiorentina

Ultima la Fiorentina, tra tutte sicuramente la più difficile da decifrare e con una rosa che ha perso molto in termini di qualità, ma che ha guadagnato in panchina una personalità del calibro di Pioli che conosce bene il campionato e che ha già dimostrato di poter far bene anche senza cosiddetti TOP Player. Sulla carta comunque non più alti del quinto o sesto posto.

Tommaso Calascibetta

1 Commento

  1. Avatar
    Anna Agosto 13, 2017

    Prima di fare il nostro pronostico sul vincitore del prossimo campionato di Serie A vogliamo segnalare una bella novita introdotta Stanleybet tra le tante quote antepost relative al nostro campionato.

    Reply

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.