Spotify sempre più social con gli Spotify Codes

Spotify lancia i codici Qr a forma di onda sonora stilizzata, per la ricerca e condivisione dei contenuti musicali

Spotify, la famosa app di musica in streaming, diventa ancora più “social”. Introduce infatti una nuova feature per ricercare e condividere più facilmente la propria musica coi propri amici: Spotify Codes.

Spotify Codes

Fonte immagine: https://news.spotify.com/us/2017/05/08/say-hello-to-spotify-codes/

Spotify Codes

Una sorta di Qr code a forma di onda sonora stilizzata, permette di condividere canzoni, album, playlist  o artista, in modo semplice proprio come scattare una fotografia. Sono presenti sotto la foto di un artista o di un album e basta cliccare sull’icona della fotocamera in alto a destra, nella barra di ricerca, inquadrando ed attivando automaticamente Spotify Codes che trova il brano associato al codice scansionato. Ma l’app permette anche di decodificare lo screenshot dalla galleria fotografica, magari inviato tramite chat, o inquadrati da volantini, locandine, manifesti, oppure dallo smartphone di un amico. Una volta riconosciuta, l’app riproduce la canzone che corrisponde al codice scansionato.

Per accedere a Spotify Codes basta cliccare sui tre puntini del menù in alto a destra e comparirà il QR code a forma di onda nello spazio sottostante, e cliccandoci sopra  si potrà salvare l’immagine nel proprio rullino per una condivisione più rapida.

Spotify Codes è disponibile per sistemi Android e iOS e crea un nuova interazione tra cantanti, cantautori ed etichette con i propri fan, ma anche un maggior coinvolgimento nella promozione delle loro nuove creazioni.

Quindi, nessun link più da copiare ed inviare agli amici ma una semplice foto anche sull’immagine condivisa sui social permette di scoprire ed ascoltare nuovi brani e playlist.

Giovanna Di Troia

Speaker, giornalista pubblicista, blogger, social media manager, event specialist, ma soprattutto booklover dalla nascita. Appassionata di eventi culturali, di arte e delle nuove forme di comunicazione. Incuriosita dall’innovazione sociale ed affascinata dalle start up tecnologiche a vocazione sociale. Amo surfare nella Rete. Coautrice di due saggi. Mi puoi leggere anche su giodit.com

1 Commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.