Di dubbi che fanno evolvere e di paure che non bloccano: l’autobiografia sociolinguistica