“13 Reasons Why”, quando il bullismo uccide