USA, la scelta politica di abbandonare l’UNESCO