Under 21, c’è qualcuno per Ventura?

Chance non solo per Donnarumma e Bernardeschi. Il CT della Nazionale maggiore ha parecchie opzioni per il prossimo Mondiale

Con la Germania ci abbiamo perso solo da alleati, una tradizione portata avanti ieri sera dall’Under 21 di Gigi Di Biagio che dopo 90 minuti di gioco ha conquistato la qualificazione alle semifinali di questo Europeo Under 21 che tante buone cose sta mettendo in mostra.

La partita persa con la Repubblica Ceca aveva restituito un organico ridimensionato nel morale e nelle qualità, con molti ragazzi arrivati all’appuntamento con la titolarità impreparati prima di tutto mentalmente. Quella scesa in campo ieri invece è stata una squadra completamente diversa e che ha avuto modo di mettere in luce tutte le qualità che hanno contraddistinto gli azzurrini nella stagione conclusa da poco.

La Germania è stata messa sotto fisicamente, surclassate dalla corsa e dal cuore messo in campo da Bernardeschi e compagni che hanno colmato le lacune tecniche, evidenti, con una cattiveria agonistica degna di un Top Club. Un pizzico di fortuna poi sul goal annullato ai tedeschi ha fatto il resto.

La verità nel mezzo

Under 21

calciomercato.com

Di Biagio ha portato i suoi uomini a questo Europeo con un’eredità importante ottenuta dalla stagione 2016/2017: una delle Under 21 più forti di sempre, dicevano. Uomini al centro degli intrighi di mercato, vedi Bernardeschi e Donnarumma, e rivelazioni importanti come Chiesa, Pellegrini, Caldara e Conti. Il tutto condito da una serie di buoni giocatori che nonostante la giovane età possono vantare una certa esperienza nella massima serie.

Eravamo stati dipinti come una generazione di fenomeni, e nelle prime due uscite siamo stati penalizzati dalla solita arroganza che ci contraddistingue quando dobbiamo dimostrare di essere superiori. Aggiungeteci un Di Biagio che, specialmente nella seconda partita, ha fatto delle scelte quantomeno discutibili sottovalutando l’avversario, e per poco non abbiamo rischiato di uscire.

La verità, come al solito, si trova nel mezzo: non eravamo dei fenomeni prima (salvo un paio di eccezioni, ndr) e non siamo diventati dei bidoni dopo la sconfitta per 3-1.

Chi portare al mondiale

Quello di cui questi ragazzi hanno bisogno è una figura che li aiuti a diventare grandi. Realisticamente dai primi 13-15 nelle gerarchie di Di Biagio potrebbero uscire almeno cinque o sei nomi per il prossimo mondiale. La titolarità nella prossima stagione sarà fondamentale per conquistarsi un posto alla corte di Ventura, scegliere accuratamente il proprio futuro diventa fondamentale.

Ecco, secondo noi, chi ha una possibilità:

Under 21

blitzquotidiano.it

Portieri

Donnarumma

Difesa

Rugani
Caldara
Conti

Centrocampisti

Pellegrini
Gagliardini

Attaccanti

Bernardeschi
Chiesa

Le delusioni

Under 21

oasport.it

Conclusa la fase a gironi è anche tempo di bilanci, e tra tutti sicuramente sono due i giocatori che non si sono dimostrati all’altezza delle aspettative: Petagna e Berardi.

Il primo ha nell’Atalanta un sistema di gioco ideale per colmare i suoi limiti tecnici. Ottimo il lavoro che svolge per la squadra e la cattiveria che mette in campo, per fare il salto di qualità però, se di ruolo fai la punta, c’è bisogno di metterla dentro.

Il secondo invece è un mistero: sembrava un giocatore destinato a grandi cose ma dopo l’infortunio non è stato più lo stesso. Lontano parente dell’attaccante che abbiamo ammirato nelle scorse stagioni. Il prossimo sarà un campionato importante per capire chi è veramente Domenico Berardi.

Tommaso Calascibetta

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.