WhatsApp for Business: novità per le aziende

La famosa app con oltre un miliardo di utenti, di proprietà di Zuckerberg, vuole puntare ad incrementare la comunicazione delle aziende lanciando un app pensata per il Business. E Telegram come reagirà?

WhatsApp è un’app di messaggistica istantanea nata nel 2009 da Jan Koum e Brian Acton, una volta impiegati della società informatica Yahoo!. Ma la società il 19 febbraio 2014, è stata acquisita da Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook per 19 miliardi di dollari. La famosa app  ha raggiunto 1,3 miliardi di putenti al mese, che inviano quotidianamente 55 miliardi di messaggi, 4,5 miliardi di foto, un miliardo di video.

WhatsApp for Business: novità per le aziende

Fonte: Blog WhatsApp

WhatsApp Business per piccole e medie imprese

Oltre a tenere in contatto amici e parenti, WhatsApp punta anche ad incrementare la comunicazione delle aziende coi propri clienti. Già dall’inizio dell’anno giungono le prime indiscrezioni sullo sviluppo di WhatsApp Business, un’app separata dalla tradizionale chat, pensata per le piccole e medie imprese e molto probabilmente si chiamerà proprio “WhatsApp Small and Medium Business”.

L’azienda dovrà impostare il nome, il suo indirizzo, la mail, il sito web e con un pulsante “mostra di più”, si potrà conoscere anche la categoria “merceologica” dell’impresa, ed i suoi orari d’apertura. Secondo le indiscrezioni, le aziende con un account verificato potranno sfoggiare l’emonji a forma di spunta che sta indicare un account “Verified business”.

WhatsApp Business rispetto alla tradizionale app con oltre un miliardo di utenti, di proprietà di Mark Zuckerberg, avrà i “Structured messages”,  un tipo di messaggio strutturato che potrà essere tradotto nelle varie lingue dell’utente e avrà testo, immagini, link e molte più informazioni.

Dovrebbe essere prevista inoltre, una sezione per verificare l’efficacia delle proprie campagne di comunicazione attraverso statistiche e metriche.

Gli utenti, dal canto loro, potrebbero decidere il tipo di messaggi da voler ricevere o di non volerne affatto.

Come Telegram, WhatsApp dovrebbe fornirsi anche di un account denominato “Public Service Announcement” per diffondere comunicazioni pubbliche per tutti gli utenti, come ad esempio gli aggiornamenti e le nuove feautures.

 

WhatsApp for Business novità per le aziende

Fonte: Pixabay

WhatsApp e le aziende

Le aziende potrebbero comunicare attraverso WhtsApp, novità, emergenze, ed informare ed inviare promozioni in tempo reale ai propri clienti, sostituendo la classica newsletter o gli sms. In una strategia di web marketing potrebbe essere ottimale per offrire un servizio di customer care che però dovrebbe sempre rispettare la velocità, l’efficacia e l’efficienza nelle risposte che avranno un tone of voice più informale rispetto ad altri canali. Inoltre, potrebbe essere utilizzato anche per diffondere contest e concorsi a premio o per creare gruppi dedicati a particolari esigenze aziendali, sia interne che esterne coi propri clienti.

WhatsApp vs Telegram

WhatsApp sembra proprio aver lanciato il guanto di sfida a Telegram introducendo la crittografia end to end come l’app in azzurro, l’accesso dal web con messaggi sincronizzati, l’invio di ogni tipo di file ma di dimensione massima di 100 MB per Android, 128 MB per iOS e 64 MB per l’interfaccia web, a fronte di 1.5GB di Telegram, ma mancano ancora bot, stickers e non le gif che ha anche inserito nell’app. WhatsApp sembra non dia proprio tregua al suo diretto rivale e a questo punto, Telegram come reagirà a questa nuova app dedicata al business? Introdurrà nuove allettanti novità, utili soprattutto alle aziende?

Giovanna Di Troia

Speaker, giornalista pubblicista, blogger, social media manager, event specialist, ma soprattutto booklover dalla nascita. Appassionata di eventi culturali, di arte e delle nuove forme di comunicazione. Incuriosita dall’innovazione sociale ed affascinata dalle start up tecnologiche a vocazione sociale. Amo surfare nella Rete. Coautrice di due saggi. Mi puoi leggere anche su giodit.com

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*