Windows 10: gli update gratuiti terminano a dicembre

Aggiornamenti Windows 10 disponibili sino a dicembre, ecco i dettagli

Windows 10 gratuito fino al 31 dicembre

L’azienda di Redmond, Microsoft, ha deciso di posticipare l’update gratuito per aggiornare i PC degli utenti già in possesso di una copia di Windows 7 o Windows 8.1, a Windows 10 per la sola fascia che utilizza le tecnologie assistite. Il normale aggiornamento gratuito ha avuto ormai scadenza il giorno del 29 luglio di quest’anno, ma l’azienda non si è tirata indietro per aiutare chi utilizza tali tecnologie assistite.

Le decisione di Microsoft

Secondo quanto riportato da engadget.com, Microsoft avrebbe posticipato l’aggiornamento gratuito di Windows 10 alla fine di quest’anno, ossia al 31 dicembre 2017. La decisione presa rappresenta un’importante novità per l’utenza che presenta disabilità e che ancora non ha aggiornato i propri PC all’ultimo sistema operativo Windows offerto da Microsoft. L’aggiornamento a Windows 10 permetterebbe quindi di sfruttare le ultime novità rilasciate dall’azienda per ottenere maggiori vantaggi in termini di servizi offerti. Le tecnologie assistite, inoltre, sono state migliorate con il Fall Creators Update introducendo novità piuttosto rilevanti per chi le utilizza.

Windows 10

Fonte immagine: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f3/Microsoft_Sign_on_German_campus.jpg

La diffusione di Windows

Windows 10 ha avuto una diffusione piuttosto importante nell’ultimo periodo, infatti complessivamente è salito dal 9 percento nel mese di novembre 2015 al 29,3 percento nel mese di ottobre 2017, ma ad averne la meglio sul mercato è proprio Windows 7. Quest’ultimo infatti ha una diffusione del 46,6 percento e resta la versione dominante di Windows, anche se nell’ultimo periodo ha avuto un calo complessivo del 10 percento.

Antonio Galasso

Puglia, 1998, studente di Informatica e Telecomunicazioni, amante dei videogiochi e della tecnologia.

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*