WWDC 2017 Apple: dalle ore 19 aggiornamenti live dal keynote di apertura

Le novità dalla conferenza per sviluppatori Apple

Collegati per il keynote di apertura della WWDC 2017, serie di eventi Apple dedicati agli sviluppatori che, come abbiamo già visto nei giorni scorsi, dovrebbe però rendere pubbliche tante novità (tra cui i nuovi sistemi operativi) oggetto di interesse anche per gli utenti “comuni”. La presentazione pubblica di apertura avrà inizio alle ore 19:00 italiane e potrà essere seguita in tempo reale direttamente dal sito Apple con i seguenti dispositivi compatibili: browser Safari su iPad, iPod touch, iPhone con iOS 7.0 o successiva versione, Mac con Safari 6.0.5 o versione successiva su sistema operativo OS X 10.8.5 o successiva versione, PC con browser Microsoft Edge su sistema operativo Windows 10. Sarà invece necessario avere una Apple TV di seconda o terza generazione con software 6.2 o successiva versione, oppure la quarta generazione di Apple TV.

Aggiorneremo questo articolo in tempo reale con le più importanti novità presentate dai vari dirigenti Apple che si passeranno il testimone durante la conferenza di WWDC 2017, a partire dalle 19:00, sul palco del McEnery Convention Center di San Jose, in California.

Watch CEO Tim Cook kick off Apple’s World Wide Developers Conference 2017 live from San Jose, California.

تم نشره بواسطة ‏‎Fortune‎‏ في 5 يونيو، 2017

La cronaca in tempo reale della WWDC 2017

  • Ore 19:00 – Tutto pronto in sala al McEnery Convention Center di San Jose, le ultime persone prendono posto in attesa dell’inizio della presentazione. Atteso Tim Cook sul palco, dove è proiettato – ovviamente – il logo della mela Apple.
  • Il keynote comincia con un video in cui vengono mandati erroneamente mandati offline i server Apple, e tutto il mondo – ironicamente – finisce nel caos: è l’apocalisse! Frecciatina ad Android con il signore che rompe le caramelle con una martellata. Il tutto è volto ad incitare gli sviluppatori nella produzione di app. “Il mondo dipende da voi”. Ora tocca a Tim Cook sul palco per aprire WWDC 2017. Il CEO comincia la presentazione parlando del nuovo campus Apple. Sono 16 milioni gli sviluppatori Apple registrati. 3 milioni nell’ultimo anno. 5300 persone a WWDC 2017, da oltre 70 paesi, gran parte giovani.
wwdc 2017

Fonte immagine: Apple

Tim Cook annuncia che la conferenza di apertura della WWDC 2017 sarà caratterizzata da sei annunci principali del keynote.

tvOS

Si parte con gli aggiornamenti software. tvOS può vantare ora 50 partner, da oggi anche Amazon sarà su Apple TV insieme al servizio premium Prime Video. Ulteriori dettagli su tvOS più avanti durante l’anno.

watchOS 4

Apple Watch. Lo smartwatch più venduto e con la migliore soddisfazione dei clienti. Annunciato ufficialmente watchOS 4.
Siri è ora molto più intelligente, fornendo informazioni automatiche per l’utente con l’utilizzo del machine learning. Siri fornisce all’utente appuntamenti, le scadenze, le condizioni sul traffico, i promemoria. Per quanto riguarda il monitoraggio delle attività dell’utente verranno inviate notifiche al raggiungimento di traguardi considerevoli, con sfide mensili e fuochi d’artificio che celebrano i progressi dell’utente. È anche possibile effettuare più allenamenti in una singola sessione con molta semplicità. Nelle palestre sarà possibile sincronizzare Apple Watch con gli strumenti con diversi partner (TechnoGym e Matrix per esempio) per abilitare il monitoraggio dei progressi.
La nuova app Musica fornisce automaticamente le playlist Apple Music, rendendo molto più semplice la fruizione dei propri contenuti musicali. Migliorato il funzionamento integrato tra Apple Music e monitoraggio attività.
Aggiunti nuove funzionalità per gli sviluppatori che rendono la creazione di nuove app più semplice ed efficace. Aggiornamento disponibile gratuitamente in autunno, disponibile in preview per oggi.

macOS High Sierra

Il terzo grande annuncio riguarda Mac. Ovviamente parliamo di macOS, la cui nuova versione annunciata da Craig Federighi si chiama macOS High Sierra. Tra le novità di macOS High Sierra abbiamo migliorie a Safari, che risulta essere il browser più veloce al mondo, con performance più rapide dell’80 percento rispetto a Chrome. Safari introduce il blocco dell’auto-play per evitare la riproduzione di video e audio indesiderati. Arriva anche la prevenzione intelligente del tracciamento, per fare in modo che la navigazione dell’utente sia protetta.
L’app Mail utilizza ora Spotlight per le ricerche interne, e supporta lo split-screen per la composizione. Migliorata l’app Foto che consente una più precisa visualizzazione dei contenuti, filtrati per esempio per presenza di volti e video; su Foto anche molti nuovi strumenti per la modifica delle foto, con sincronizzazione automatica con programmi come Photoshop. Foto apre anche alle terze parti.
Ancora, la navigazione è ora più semplice con l’arrivo di Apple File System per la gestione e la ricerca all’interno dei propri file. La gestione file del software è estremamente veloce paragonata all’attuale macOS Sierra.
Arriva anche una nuova versione di Metal, Metal 2, 10 volte più rapida della precedente. Metal è anche utilizzato ora per accelerare il machine learning. Metal arriva anche per le grafiche esterne, con un developer kit disponibile presto. Disponibile in beta pubblica più avanti a giugno, in versione definitiva in autunno per tutti i dispositivi che attualmente supportano macOS Sierra.

macos high sierra

Fonte immagine: Apple

Aggiornamenti ai dispositivi: nuovi display su iMac con colori, luminosità e visualizzazioni migliorati. Nuovi processori Intel Kaby Lake di settima generazione, insieme a nuove configurazioni per la memoria interna. Arrivano anche 2 USB Tipo-C che supportano la tecnologia Thunderbolt. Novità anche in ambito grafico, con una velocità superiore dell’80 percento rispetto alla generazione precedente. Tutti gli aggiornamenti dipendono dalla versione di iMac. Annunciato il nuovo iMac Pro 27 pollici in Space Grey, quindi colorazione scura. È il Mac più potente mai creato da Apple, con processore sino a 18-Core Xeon e scheda grafica Radeon Vega, sino a 128 GB di memoria ECC, 4 porte Thunderboll e porta Ethernet sino a 10 GBit. Disponibile da dicembre.

Novità anche sulla linea MacBook con i nuovi processori Intel Kirby Lake. Ci sono anche nuovi prezzi disponibili da oggi, ma ancora nessuna informazione su come questi saranno in euro.

iOS 11

Soddisfazione degli utenti al 96 percento per iOS 10, installato sull’86 percento dei dispositivi compatibili. Le novità di iOS 11 partono da iMessage, che ora sarà sincronizzabile via iCloud, consentendo di risparmiare spazio di archiviazione. Apple Pay (arrivato di recente in Italia) integrato con iMessage per inviare e ricevere semplicemente denaro ai propri contatti.

Migliorie anche per Siri, che oltre a cambiare nuovamente logo (nell’immagine di seguito) utilizza ora il deep learning per avere un tono di voce molto più naturale sia al maschile che al femminile. Ora Siri supporta anche le traduzioni in tempo reale, con la possibilità di chiedere all’assistente vocale come dire una frase in una determinata lingua. Siri utilizza la comprensione internamente al dispositivo per creare suggerimenti personalizzati, ed è ora sincronizzato su tutti i dispositivi.

siri

Fonte immagine: Apple

Non potevano mancare le novità per la fotocamera. Nuovo formato di cattura immagine con maggiore qualità e la metà della memoria occupata. Memories utilizza ora il machine learning per ricordare ricorrenze ed avvenimenti in base alla propria raccolta di foto e video.

Molto interessante il major redesign al Centro di Controllo, che ora presenta in un’unica pagina tutte le funzionalità. Ora il lock screen ed il Centro notifiche sono la stessa schermata, una sola interfaccia che facilita enormemente il controllo dei propri avvisi.

Novità a WWDC 2017 anche nelle Mappe Apple che ora forniscono informazioni sui centri commerciali che consentono di navigare all’interno nei negozi, e stessa cosa avviene con gli aeroporti. Funzionalità che inizialmente non saranno supportate in Italia. Arriva anche una nuova modalità Non disturbare dedicata alla guida, che mostra una schermata nera e blocca le notifiche, ricordando se si prova a sbloccare il dispositivo che non si deve utilizzare lo smartphone durante la guida.

Importanti novità anche su App Store, che riceverà un importante e profondo redesign, il primo nei 9 anni dalla sua creazione, che porterà per esempio le nuove schede “Today”, “Games”, “Apps”.

centro controllo

Fonte immagine: Apple

iPad Pro 10.5

iPad Pro è stato introdotto per la prima volta 18 mesi fa, con design e funzionalità professionali (inclusa Apple Pencil). Il modello da 9.7 pollici è il più popolare, e da oggi arriva il nuovo iPad Pro 10.5 pollici, con cornici ridefinite per risparmiare spazio. Nuovi display True Tone per tutte le dimensioni, supporto per la visualizzazione di video HDR. Arriva anche la nuova funzionalità ProMotion, con cui il refresh del display arriva a 120 Hz, portando lo schermo stesso di iPad ad essere molto più responsive. iPad Pro 10.5 pollici avrà un processore A10X Fusione con Six-core CPU e performance grafiche e di velocità generale fortemente migliorate (40 e 30 percento). Funzionalità e capacità di calcolo estremamente utili, per esempio, nella modifica delle immagini a livello professionale (lanciata la nuova app Affinity Photo per iPad).

Per quanto riguarda le caratteristiche più generali del dispositivo abbiamo, per esempio, una fotocamera da 12 MP OIS e sensore ad alta velocità, lente a 6 elementi, flash Quad-LED True Tone e registrazione video in 4K. La camera interna è da 7 MP.

HomePod con Siri

Come da indiscrezioni dei mesi scorsi, Apple ha lanciato in occasione di WWDC 2017 anche un nuovo assistente vocale che andrà a concorrere con Google Home e Amazon Echo. Il suo nome è HomePod e, naturalmente, è basato sull’assistente virtuale della Mela, Siri.

In definitiva, come già da giorni si presumeva,  WWDC17 è stata l’occasione per il lancio dell’ iPad Pro 10.5 pollici e di Siri HomePod, di cui tratteremo a breve con un articolo dedicato.

Andrea Careddu

Ho 22 anni e studio Comunicazione alla Carlo Bo di Urbino. Scrivo di Tech e Social Media. Racconto gli eventi dall'interno. Amo la fotografia. Studio Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Sono @acareddu ovunque o quasi.

4 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.