Cristiano Ronaldo: fuggire, sì, ma dove?

Le possibili destinazioni del portoghese e l'ipotesi permanenza

Cristiano Ronaldo e il Real Madrid, un binomio che non riuscirebbe a spezzare nemmeno il miglior Mino Raiola. Queste le considerazioni che trarrebbe chiunque abbia seguito le ultime uscite del Madrid. Avremmo dovuto aggiungere “sportive” tra la parola ‘uscite’ e ‘Madrid’, perché questo rapporto pare che non sia poi così idilliaco.

Secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Portogallo, riportate da A Bola e confermate da Marca, CR7 e il Real potrebbero presto separarsi; sembra infatti che a Ronaldo non sia piaciuto il ‘non’ intervento del club in una questione fiscale che lo riguardava personalmente e alla quale avrebbe, in parte, dovuto contribuire lo stesso Real. Pare quindi che sia stato direttamente l’asso portoghese a chiedere la cessione e Jorge Mendes, il suo agente, sarebbe già al lavoro per accontentarlo.

Cristiano Ronaldo

fonte: cristianoronaldo.com

Destinazioni

Non molti club possono permettersi un calciatore che percepisce circa 32 milioni l’anno, per non parlare dei 400 milioni richiesti dal Real Madrid per lasciarlo partire. Le scelte, che lo vedono ancora in Europa, sono due: Paris Saint Germain e Manchester United; la prima vedrebbe il portoghese approdare in quello che, insieme alla Bundesliga, è il campionato meno competitivo tra i competitivi (Italia, Inghilterra, Francia, Germania, Spagna ndr), ma garantirebbe al club quel salto di qualità in Champions League che non è mai arrivato. L’altra pretendente, e qui rischiamo di diventare romantici, è lo United: rivedere CR7 ad Old Trafford, il teatro dei sogni sarebbe pronto a ricongiungersi proprio con colui che ha reso labile il confine tra sogno e realtà. Se però dovesse concretizzarsi quest’ultima ipotesi, ci ritroveremmo di fronte ad uno United più sprecone che mai: a raccontarcelo è Paul Pogba, l’acquisto più oneroso di sempre, riportato a casa, dopo averlo perso a 0, con qualche sforzo economico di troppo. I 94 milioni incassati per la cessione di Ronaldo al Real diventerebbero una cifra irrisoria se paragonata a quella che i Red Devils dovranno sborsare per riportarlo alla base. Momenti diversi, è vero, ma è impossibile non pensarci.

Permanenza

Il mercato ci ha insegnato che le voci spesso si trasformano in notizie, le notizie in verità, ma non è la prima volta che Ronaldo ha degli attriti con i Blancos. L’ultimo quello con Zidane, prima di portare a casa due Champions League consecutive, risoltisi, dunque, con delle vittorie. Questo è quello che a Ronaldo riesce meglio: vincere. Non siamo sicuri che un ritorno allo United, seppur oneroso e romantico, possa coincidere con la voglia di vincere del portoghese, men che meno un trasferimento in Francia. Coccole e trofei, questo è quello che il Real gli ha offerto in questi anni, non è detto che lui sia pronto a farne a meno.

Felice Ragona

Ventun anni, siciliano dislocato nella Capitale. Aspirante giornalista, disponibile in tutti i negozi di elettrodomestici.

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta

<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.