Francia, Macron stravince con il maggioritario e l’astensionismo

Cifre record al primo turno che promuovono il neo presidente ma che mostrano la stanchezza dei francesi

Le jour de gloire est arrivé! Il giorno della gloria è decisamente arrivato per Macron. Con i recenti risultati ottenuti dal primo turno delle elezioni legislative infatti, il neo presidente ha praticamente avuto la fiducia della Francia a suggello della sua vittoria alle presidenziali. Apparentemente tutto bene ma bisogna mettere ordine ai numeri che svelano effettivamente tendenze ben conosciute in suolo italico: per esempio l’astensione. I dati elaborati in queste ore, mettono in luce una macchia nera per la democrazia della Francia: a votare a queste elezioni sarebbe stato un francese su due. Se quindi da un lato Macron ha fatto incetta di consensi, dall’altro è chiaro che non è una legittimazione plebiscitaria.

Fonte foto: radio24.ilsole24ore.com

L’astensionismo

Netta la scelta di non andare a votare cosí come quella di penalizzare i partiti storici andandoci: colpiti dalle preferenze infatti sono stati i partiti tradizionali, moderati, di destra e di sinistra, e anche le ali estreme. Quanto impatterà questa scelta sul sistema politico? Per ora sono solo ipotesi visto che c’è di mezzo un ballottaggio ancora ma la realtà prossima mostrerebbe che di 577 seggi, fra i 400 e i 445 andrebbero a favore di Macron, che avrebbe già la maggioranza assicurata con 289 seggi. Dovesse quindi bissare il successo con il ballottaggio del 18 giugno, Macron conquisterebbe un numero di seggi mai visto nella storia della Francia, tale da regalargli una maggioranza quasi assoluta.

Come funzionano le elezioni

Alle elezioni legislative i 577 membri dell’Assemblea Nazionale sono eletti dai singoli collegi, utilizzando il sistema a due turni: se un candidato partecipa al primo turno e ottiene oltre il 50% del voto, oltre ad un minimo del 25% di tutti gli elettori registrati, vince. Come in questo caso, se nessun candidato riesce nell’impresa al primo giro, si passa al secondo turno al quale partecipano i due candidati più votati del primo turno, più tutti gli altri candidati che hanno ottenuto oltre il 12,5%. Questo è quello che si chiama sistema maggioritario a due turni attraverso cui, grazie a un terzo dei voti, Macron potrebbe arrivare alla quasi maggioranza assoluta. Sebbene non abbia votato il 51,29%, Macron ha conquistato circa il 32,3% ,con Marine le Pen che è arrivata appena al 13,2%.

Fonte foto: theindependent.co.uk

Perché Macron ha conquistato la Francia

Quello di cui i francesi avevano bisogno era un nuovo leader che portasse un nuovo corso al suo inizio. Stufi soprattutto del destra vs sinistra, i francesi hanno visto sul ring un novello 39enne pronto a guidare la nazione a suon di maggioranza. In Italia il plauso del successo è arrivato puntuale: bravo Macron! Ma insieme alle critiche positive qualcuno troverà da ridire, come sempre. Certo, a qualcuno piacerebbe esportare il modello francese qui da noi ma vista la vittoria schiacciante e matematica, seppur al primo turno va detto, sono sicuri i nostri politici di riuscire nello stesso tipo di impresa? Il modello tedesco che ormai di tedesco ha ben poco, vorrebbe conciliare il sistema proporzionale con quello maggioritario ma visti i recenti sviluppi tutto rimane un mistero. Ora non ci resta che attendere il suggello del 18 giugno che effettivamente segnerà l’inizio di una nuova era della politica francese.

Giulia Papapicco

Classe 1988, laurea in Lettere e via, a New York per un anno facendo indigestione di pancakes e sciroppo d'acero ma soprattutto avendo modo di conoscere culture nuove. Scrivo per passione da sempre perchè solo in questo modo riesco a vedere le cose come sono veramente.

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.