“Inoltra questo messaggio a 10 persone, altrimenti…” Cosa sono le catene di Sant’Antonio e perché non devono spaventarvi

Spesso inviate tramite Whatsapp o altre app di messaggistica istantanea, le catene di Sant’Antonio non devono farvi preoccupare.

Tutti quanti prima o poi ci siamo imbattuti in una catena di Sant’Antonio. Ma in cosa consistono e soprattutto devono essere fonte di preoccupazione oppure no? Ecco come comportarsi.

Catene di Sant'Antonio, perché non devono spaventare
Catene di Sant’Antonio, perché non devono spaventare (newsandcoffee.it)

A partire dai social fino ad arrivare alle e-mail, passando per le applicazioni di messaggistica istantanea, sono tanti i servizi che permettono di comunicare con chiunque desideriamo, in qualsiasi momento e da ogni angolo del pianeta Terra. Non sempre, però, i messaggi ricevuti sono graditi.

Ne sono un chiaro esempio le cosiddette catene di Sant’Antonio che invitano ad inoltrare il messaggio, altrimenti si dovrà fare i conti con una brutta sorpresa. Ma tali comunicazioni devono davvero destare paura? Ecco cosa aspettarsi.

“Inoltra questo messaggio a 10 persone, altrimenti…” Cosa sono le catene di Sant’Antonio e perché non devono spaventarvi: verità lapalissiana

Inoltra questo messaggio a 10 persone, altrimenti accadrà qualcosa di brutto“. La maggior parte delle Catene di Sant’Antonio cominciano con messaggi di questo tipo. Parole che possono incutere un bel po’ di paura, tanto da portare i destinatari di tali comunicazioni a non dormire sonni tranquilli. Ma bisogna davvero preoccuparsi?

Catene di Sant'Antonio, perché non devono spaventare
Catene di Sant’Antonio, perché non devono spaventare (newsandcoffee.it)

Fortunatamente no! Le catene di Sant’Antonio, è bene ricordare, sono semplicemente dei messaggi che qualcuno decide di inviare tramite Whatsapp o altre app di messaggistica come semplice passatempo. Se non vengono inoltrati, però, non succede nulla. Si tratta solamente di minacce inventate. In molti, però, si preoccupano davvero tanto per non aver inoltrato il messaggio. In tal caso consigliamo di raccontare quanto accaduto ad una persona di fiducia, come ad esempio i genitori o un amico.

Se conoscete la persona che vi ha inviato il messaggio, inoltre, fate  presente che non desiderate ricevere comunicazioni di questo tipo. Nel caso in cui si tratti di un mittente sconosciuto, invece, ricordatevi di non rispondere per nessun motivo. Non si può sapere chi c’è dall’altro lato dello schermo e soprattutto cosa possa volere da voi. Nel dubbio meglio bloccarla e segnalarla. Per finire cancellate la catena di Sant’Antonio e non pensateci più.

Impostazioni privacy