Moda e arte: tutti i monumenti finanziati dal fashion system

La moda è una forma d'arte a tutti gli effetti, per questo nel corso degli anni il rapporto tra questi due universi si è sempre di più consolidato. Ecco quali sono i monumenti finanziati dalle case di moda

Moda e arte camminano da sempre nella stessa direzione, nessuna è superiore all’altra, in quanto anche la moda è da considera una forma d’arte vera e propria, anche se viene spesso dimenticato ciò. Oggi le case di moda sono molte attente al patrimonio artistico italiano e finanziano milioni e milioni di euro per restaurare e far splendere ancora di più i nostri monumenti.
Ecco quali sono le aziende di moda che hanno finanziato i monumenti della città eterna e non solo.

Colosseo

credit photo: artribune.it

Il Colosseo è stato finanziato da Diego Della Valle, il proprietario di Tod’s, Fay e Hogan. Ha stanziato ben 25 milioni di euro per far risplendere il simbolo della Città Eterna, inserito nel 1980 nella lista dei patrimoni dell’UNESCO ed anche fra le sette meraviglie del mondo.

Fontana di Trevi

credit photo: quotidiano.net

Dopo anni di lavori, la Fontana di Trevi, simbolo della “Dolce Vita” di Fellini, ha ripreso vita grazie alla maison romana, Fendi. L’azienda, con sede nel Palazzo della Civiltà Italiana, ha messo a disposizione ben oltre 2 milioni di euro per far risplendere la fontana del tardo barocco che si è usurata nel corso del tempo. Lo scorso luglio l’azienda di moda, in occasione dei suoi novanta anni di attività, ha deciso di sfilare proprio sulle acque delle fontana, creando una passerella in plexiglas. Un’atmosfera da brividi realizzata da Karl Lagerfeld e Silvia Venturini dove ancora una volta hanno dimostrato che moda e arte non sono due universi distanti.

Trinità dei Monti

credit photo: roma.it

Lo scorso settembre sono terminati i lavori di restaurazione della scalinata di Trinità dei Monti realizzata nel corso del 700 dell’architetto Francesco De Sanctis. I lavori sono stati finanziati da Bulgari, che ha stanziato oltre un milione di euro. In occasione delle precendeti festività natalizie la maison ha realizzato delle luci lungo Via Condotti e un albero sulla scalinata, creando così un’atmosfera magica.

Per la maison fiorentina Gucci creare un legame con i monumenti artistici non è stato così semplice, infatti, lo scorso febbraio ha ricevuto un no da Atene dopo aver chiesto di sfilare nell’Acropoli, nonostante avrebbe stanziato ben due milioni di euro per il restauro. La casa si è subito proposta per i lavori del Giardino di Boboli a Firenze, dove inoltre presenterà la prossima collezione Cruise, in programma per il 29 maggio.

Rosamaria D'Anna

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.