Pierfrancesco Diliberto in arte “PIF”: un nuovo modo di fare giornalismo

Pif, con la sua telecamera e l'ironia, riesce ad entrare nelle case degli italiani e ad avere l'attenzione di giovani e anziani.

Pierfrancesco Diliberto, palermitano doc, conduttore televisivo e radiofonico, regista e attore, soprannominato da un suo collega Pif, fin dall’età di dieci anni comincia ad appassionarsi al cinema. Dopo aver frequentato il liceo scientifico, decide di non iscriversi all’università. Durante un’ intervista alle “Invasioni barbariche” racconta di esser stato da sempre un ritardatario, infatti, anche a proposito della carriera di regista, inizia ad impegnarsi veramente all’età di 30 anni. Nel 1998, a Milano, partecipa a dei casting per Mediaset, diventando prima autore per Candid e Video Show su Italia 1 e poi inviato per le Iene.

Pif da personaggio di nicchia, comincia a farsi conoscere nel 2007 con il suo primo programma individuale, Il testimone, su Mtv. “Il testimone” è un programma giornalistico diverso dagli altri: racconta eventi, storie e persone attraverso una piccola telecamera che lo stesso Pif porta con sé durante i reportage. Questa tecnica consente allo spettatore una visione della realtà concreta e permette di trasmettere un messaggio sociale in ogni puntata. Pif è ironico, spesso si prende in giro da solo, si mette in gioco e affronta ogni sfida che trova nel suo cammino. Racconta diverse tematiche, dalle più serie come la mafia a interviste di personaggi famosi, caratterizzate dalla conoscenza della vita di ogni giorno di quest’ultimi. Nei reportage viaggia, dando così possibilità allo spettatore di conoscere diversi ambienti e diversi stili di vita direttamente dagli abitanti o dagli italiani trasferiti all’estero.

Diliberto è sempre stato un sostenitore dell’antimafia. Ha partecipato a diverse manifestazioni e ha dedicato il  suo primo film “ La mafia uccide solo d’estate” all’argomento. Uscito nelle sale nel 2013,“la mafia uccide solo d’estate” racconta, attraverso i ricordi d’infanzia del protagonista, in toni paradossali e ironici, una sanguinosa stagione dell’attività criminale di Cosa Nostra a Palermo dagli anni settanta fino agli anni novanta. La storia prende spunto dall’esperienza personale e civile di Pif e di tutti i palermitani. Nel film usa spesso il linguaggio tipico della trasmissione televisiva “Il testimone”, gli argomenti anche quelli più delicati, vengono trattati con un doppio registro fatto di ironia e fredda rappresentazione dei fatti, in un’ alternanza di momenti cominci e di tristezza.

Pif usufruisce anche della radio per dare notizie ed informazioni, creando con Michele Astori, ” I provinciali” un programma con le notizie più sorprendenti e interessanti di paesi e città: fatti, feste, sagre, luoghi turistici, tutto quello che vorreste sapere dell’Italia raccontato in onda.

Pierfrancesco Diliberto è anche presidente dell’associazione culturale “sulle nostre gambe”, si tratta di un’occasione di ritrovo soprattutto per tutti i volontari che in questi anni hanno partecipato ai campi di lavoro sui terreni confiscati dalle mafie. Inoltre ha creato un’appNOMA” che si pone l’obbiettivo di divulgare le storie delle persone che hanno combattuto la mafia fino a sacrificare le proprie vite. Noma è un’applicazione che guida cittadini, turisti, giovani e studenti attraverso le strade di Palermo e dintorni. Ogni storia è illustrata e raccontata attraverso documenti storici, animazioni digitali, note biografiche, video, fotografie d’epoca e interviste inedite ai familiari.

Non è facile rendere partecipi i giovani, molti non leggono e non si informano di ciò che succede sia nella nostra società ma anche all’estero, distratti dal divertimento e modellati dal mondo che ci circonda. Pif attraverso il suo modo buffo e ironico ma anche attraverso metodi innovativi è riuscito a far interessare ed a far conoscere diverse tematiche a piccoli e grandi.

Luana Cadeddu

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.