Playoff Serie A: partono le semifinali

Si inizia stasera con Milano-Trento, domani Venezia-Avellino

Dopo quattro giorni di riposo, può finalmente ricominciare l’abbuffata cestistica per gli amanti della pallacanestro italiana. Da questa sera, infatti, prendono il via le semifinali Scudetto del campionato di casa nostra che ci terranno compagnia per almeno otto giorni consecutivi.
Le prime a scendere in campo saranno l’EA7 Olimpia Milano e la Dolomiti Energia Trento, domani sarà invece la volta della Reyer Venezia che partirà con il fattore campo contro la Sidigas Avellino.

Trento a caccia di un miracolo, Milano di una vendetta

Milano a caccia di vendetta dopo la sconfitta in RS – Fonte olimpiamilano.com

L’EA7 parte con i favori del pronostico dall’inizio della stagione, la serie playoff che sta per cominciare, contro una Trento che per la prima volta nella sua storia sarà tra le migliori quattro del campionato, non farà eccezione. Il maggior talento a disposizione e una profondità di roster quasi smisurata, oltre al beneficio del fattore campo, sono le armi di cui potrà avvalersi Milano per rispettare le previsioni della vigilia. La squadrà di Repesa potrà inoltre contare su un Rakim Sanders fresco, in quanto tenuto a riposo nella serie contro Capo d’Orlando, e su un Davide Pascolo (il grande ex della partita) in forma smagliante, 16 punti a partita nei quarti di finale. La compagine meneghina, a caccia di un riscatto dopo la pesante batosta subita nel ritorno di Regular Season, non potrà sedersi sugli allori e pensare di aver già in mano la serie, perchè di fronte trova una Dolomiti Energia in grande forma, nonostante la scarsa profondità della panchina, che si è sbarazzata in sole tre gare della Dinamo Sassari. Nel primo turno, la solidità difensiva, i momenti di trance agonistica di Beto Gomes e la fisicità sotto le plance di Dustin Hogue sono state le armi in più della squadra di coach Buscaglia. Queste tre cose, però, nella serie che prende il via oggi non basteranno, la squadra trentina dovrà cercare di non concedere punti facili nei primi secondi dei possessi a Milano e di non adeguarsi al ritmo che Milano (miglior attacco della Lega tra regular season e playoff) tenterà di imporre. Dal canto suo, Milano dovrà evitare di concedere tiri aperti agli avversari e di far entrare in “striscia” i due mattatori dell’attacco trentino: Dominique Sutton e Beto Gomes.
Dovessi azzardare un pronostico direi Milano avanti in cinque gare ma, come già visto in più occasioni in questa stagioni, la prima avversaria dell’EA7 è l’EA7 stessa; qualora l’attacco di Repesa gettasse via i palloni come nella serie contro l’Orlandina e la difesa si “dimenticasse” di chiudere alle conclusioni da fuori degli uomini di Buscaglia, il verdetto non sarebbe così scontato.

Venezia-Avellino, ci sono gli ingredienti per andare a gara-7

Quella tra Venezia e Avellino sarà una serie all’insegna dell’incertezza – Fonte: reyer.it

La serie tra Venezia e Avellino inizierà domani sotto il segno dell’incertezza, come sottolineato dalle agenzie di scommesse che danno alle due squadre quote simili per la conquista dello Scudetto. La seconda e la terza della Regular Season si giocano il primo accesso ad una Finale Scudetto della loro storia, nè la Reyer ne la Sidigas, infatti, sono mai giunte all’atto conclusivo del nostro campionato. Il fattore campo in favore dei lagunari e il 2-0 in Regular Season potrebbero far pendere leggermente la bilancia a loro favore ma, da subito, Avellino proverà ad espugnare la casa veneziana.
In questa serie, la squadra irpina potrà puntare sul miglior Fesenko visto sino a qui in Italia, per continuità di rendimento in relazione al minutaggio in campo, e sul trio di piccoli, Ragland-Logan-Green, in grado di mettere in difficoltà qualsiasi difesa nel nostro paese. In particolare Logan ha già dimostrato a Sassari di poter vincere partite importanti quasi da solo, chiedere notizie a Reggio Emilia. Il pericolo, però, è che un eccesso di protagonismo e una serata no da parte delle tre play/guardie renderebbe semplice il compito di Venezia. Dal canto loro, la squadra di un De Raffaele motivato dal rinnovo di contratto tenterà di usare le armi vittoriose nel primo turno contro Pistoia, tiro da fuori e difesa dinamica con continue rotazioni. Ai quarti il più continuo per l’Umana è stato Bramos, ma la profondità del roster, prevalentemente nel reparto “piccoli”, permette a De Raffaele di non affidarsi ad un uomo solo al comando potendo contare su Haynes e Tonut. Le incognite per Venezia riguardano prevalentemente i lunghi: Peric durante tutta la stagione è stato quanto mai ondivago e Batista non sembra poter reggere ritmi sostenuti per più di 20′.
In questo caso il pronostico porta a gara-7, se dovessi scegliere darei un’incollatura di vantaggio alla Sidigas che alla bella sbanca il Tallercio.

Non resta quindi che sedersi in poltrona e aspettare la palla a due tra l’EA7 Milano e la Dolomiti Energia Trento

Enrico Ropolo

Torinese, 32enne, amante della sua città, dell'Italia, dell'Europa e del mondo. Interessi....tanti; passioni.....pure: attualità, sport, musica arte, etc. Laureato in Cooperazione Sviluppo e Mercati Transnazionale, giornalista pubblicista.

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta

<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.