Serie B, finale playoff. Pari e patta a Carpi, agli emiliani servirà l’ennesima impresa in trasferta

Pari a reti bianche nell’andata dell’ultimo degli spareggi promozione. Al ritorno al Benevento basterà un pari

Si deciderà tutto giovedì a Benevento. L’andata della finale playoff che regalerà la terza e ultima promozione in Serie A si è conclusa a reti bianche, con entrambe le squadre attente più che altro a non subire gol. Tra Carpi e Benevento lo 0-0 finale fa in fondo felici tutti. Perché se da un lato è vero che agli uomini di Baroni nella gara di ritorno basterà un altro pareggio per centrare quella Serie A mai raggiunta prima, dall’altro lato il Carpi ha sempre dato il meglio di se proprio in trasferta. Nel corso di questi playoff infatti, la squadra di Castori (ieri squalificato, al suo posto Bortolas) ha già ottenuto due vittorie lontano dal Cabassi: la prima nella gara secca disputata a Cittadella, e la seconda a Frosinone, in 9 sul campo della squadra più accreditata per la promozione, in quella che è stata una vera e propria impresa sportiva.

Stadio pieno a Carpi, con 700 beneventani al seguito, che hanno contribuito a rendere caldissima l’atmosfera. Lo spettacolo sugli spalti non ha però trovato riscontro in campo. Entrambe le squadre hanno dovuto fare a meno di uomini importanti: tra i padroni di casa, appiedati dal giudice sportivo i difensori Struna e Gagliolo. Il Benevento invece ha dovuto fare a meno di Puscas (l’attaccante più in forma dei campani, anch’egli squalificato) e del bomber Ceravolo, convocato e andato regolarmente in panchina. Baroni, tuttavia, non ha voluto rischiarlo, decidendo di preservarlo per la gara di ritorno. La partita inizia con un buon ritmo, ma la spinta di entrambe le squadre si esaurisce dopo una ventina di minuti. Il resto del match è all’insegna di un sostanziale equilibrio.

Le brutte notizie per il Benevento arrivano  dalla situazione disciplinare:  Falco e Melara, diffidati, hanno rimediato entrambi un giallo pesantissimo che li costringerà a saltare la sfida di ritorno. Baroni non fa drammi e in vista di gara due chiederà ai suoi ragazzi di non accontentarsi del pari. Il Carpi, d’altra parte, non ha alcuna intenzione di mollare e si presenterà al Ciro Vigorito con il coltello tra i denti in casa di un Benevento che tra le mura amiche è stato un vero e proprio rullo compressore: solo due sconfitte nell’arco di tutto il campionato, l’ultima datata 25 marzo. Campani alla ricerca di una storica doppia promozione, biancorossi con la voglia di tornare immediatamente in quella categoria sfuggita appena un anno fa. Per riuscirci, gli emiliani avranno a disposizione un solo risultato utile: la vittoria.

Appuntamento all’8 giugno, non sarà una notte per deboli di cuore.

Maria Stefania Di Michele

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.