Totti e Monchi: la fine è questione di dettagli

Il nuovo direttore sportivo della Roma è stato l'esecutore materiale di una decisione chiara già un anno fa

Totti, la Roma e i dettagli

Il diavolo si annida nei dettagli. Un antico detto, che per soddisfare la curiosità di chi legge posso dire essere attribuito ad anonimo, può essere la vera chiave di lettura per comprendere quanto sta accadendo tra Francesco Totti e la Roma. Non mi soffermerò più di tanto a raccontare quanto accaduto a Trigoria quando, durante la sua conferenza stampa di presentazione, il nuovo direttore sportivo della squadra giallorossa, l’iberico Ramón Rodríguez Verdejo, detto Monchi, ha messo la parola fine sulla carriera di Totti come calciatore della Roma.

Il nuovo direttore sportivo della Roma, Monchi (dal suo account Twitter)

Filologicamente, voglio riportare le esatte parole dell’ex portiere andaluso, l’uomo che ha costruito il fantastico ciclo vincente del Siviglia, ha pronunciato in merito al futuro del numero dieci giallorosso:

Esta es la última temporada de Totti. A partir del año que viene trabajará conmigo”.

L’ultimo campionato di Totti. Pietra tombale su ogni ipotesi di rinnovo del contratto come calciatore, ipotesi che si stava facendo pian piano largo in questi ultimi mesi e fine carriera di uno dei più grandi calciatori italiani di tutti i tempi.

Pausa. Invito ciascun lettore a tornare indietro e a rileggere le ultime frasi che ho scritto e a ripensare a quanto dicevo sul diavolo e sui dettagli.

Il contratto e l’annuncio del 2016

Torniamo un attimo indietro nel tempo, esattamente al 7 giugno 2016: quasi un anno fa l’AS Roma annunciava con il tweet che riporto qui di seguito il rinnovo del contratto del capitano giallorosso, come riportavano, tra squilli di tromba, giornali e siti internet.

 

Di nuovo i dettagli. Un anno fa la AS Roma non ha annunciato il rinnovo del contratto di Totti, bensì l’ultima stagione da calciatore del suo capitano.

Francesco Totti ha già firmato, in quella stessa occasione, anche il suo contratto da dirigente della Roma che scatterà dall’estate 2017 fino al 2023, per un totale di 6 anni e un corrispettivo di 600mila euro a stagione. Quindi,  cos’ha fatto Monchi in conferenza stampa? In fondo ha detto (più o meno candidamente) quello che la Roma ha annunciato da un anno a questa parte. Quello che, però, nessuno mai avrebbe voluto sentir dire.

Perché in quel rinnovo di Totti è sempre stata celata, nel cuore dei tifosi, la speranza che la stagione in corso fosse una sorta di test per saggiare la condizione del capitano della Roma e valutare, poi, se ci fossero le condizioni per prolungare di almeno un’altra stagione la sua avventura da calciatore con la maglia giallorossa. Queste speranze sono state definitivamente stroncate da Monchi. O, per meglio dire, dalla Roma; da chi, per dirla con Fabio Capello, non ha avuto il coraggio di annunciare una decisione presa e ha aspettato che lo facesse l’ultimo arrivato.

Attenzione, perché la storia non è ancora finita. Ora ci attende la reazione di Francesco. Perché, altro dettaglio, quello del nuovo direttore sportivo dei capitolini non è stato l’annuncio dell’addio al calcio, ma la dichiarazione che, per la società AS Roma, Totti non può più giocare a calcio. Nella Roma: il che non esclude che Francesco, nonostante  l’accordo da dirigente in tasca, possa decidere di terminare la sua carriera di calciatore altrove, un po’ come fece Alessandro Del Piero. Non è stato un “arrivederci e grazie” come nel caso del Pinturicchio, ma un “alla Roma non servi più come calciatore. Vuoi fare il dirigente? Bene, Monchi ha bisogno del tuo aiuto in quella veste”.

Totti in allenamento (dalla pagina Facebook ufficiale di Francesco Totti)

Non è escluso che, a questo punto, Francesco Totti scelga di tentare un’ultima avventura, più che probabilmente all’estero, per dimostrare a Spalletti e a una società che, ormai esplicitamente, ha dimostrato di non credere più in lui come calciatore: e per regalare a tutti noi che amiamo il calcio ancora un po’ di luce. Un direttore sportivo parlò di lui come il sole sui tetti di Roma, un altro ha definitivamente abbassato le tapparelle. Non su sua decisione, sia chiaro.

Emanuele Giulianelli

Emanuele Giulianelli

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.