Esistono formaggi definiti rari che forse non avete mai assaggiato: una volta nella vita dovete farlo

Tantissimi sono i formaggi che si possono definire rari e che forse non avete mai avuto la fortuna di assaggia: ebbene dovreste farlo. Ecco una breve carrellata.

Quante volte sarà capitato di sentire parlare della bontà di un determinato formaggio, piuttosto che di un altro: ebbene, è proprio cosi, ci sono dei formaggi che possono a tutti gli effetti essere considerati rari e davvero buonissimi.

Formaggio, quali sono i più pregiati: ecco la top five
Formaggio
newsandcoffee.it

Eppure, non è difficile da credere che ci siano persone che non hanno mai avuto la fortuna di mangiarne anche solo un pezzetto una volta nella vita: ebbene è arrivato il momento di correre ai ripari e correre subito a cercare quello che per il sapore o per l’odore potrebbe fare al caso vostro.

Di seguito ecco una breve carrellata della top five dei formaggi che si possono a tutti gli effetti considerare i più pregiati e i migliori sul mercato al momento.

Quale formaggio si può considerare il migliore? Ecco la top five del mercato

Non ci sono dubbi, a prescindere dal gusto personale, mettersi nelle condizioni di mangiare uno di questi formaggi anche solo una volta nella vita è quello che si deve fare. E quindi per non perdere nemmeno una occasione è il caso di prestare attenzione alla top five di seguito:

Esistono formaggi definiti rari: quali sono?
Formaggio
newsandcoffee.it

Provolone Podolico – La Bersagliera Fratelli Cerrone (Campania)

Questa azienda è arrivata fino a mille metri di altezza per potere produrre il formaggio migliore: in particolare questo a pasta filata presenta al suo interno una nota animale e con una stagionatura che si sviluppa nei frutti esotici. Il consiglio è quello di mangiarlo con un bicchiere di Taburno o di Aglianico.

Blu – Azienda Agricola Casale Nibbi (Lazio)

Questo secondo formaggio, si può considerare a tutti gli effetti un formaggio da risotto o da meditazione, gli esperti ritengono che il modo migliore di gustarlo sia quello di unirlo ad un Cannellino Laziale.

Conciato Di San Vittore – DOL (Lazio)

Il suo sapore racchiude alla perfezione quello che è veramente: bouquet di queste erbe aromatiche che, a seconda del periodo in cui vengono utilizzate, assumono la nota principale. Lo si può mangiare accompagnato dal rosso come il Maturano o da un bianco come il Timorasso.

Storico Ribelle – Consorzio Salvaguardia Bitto Storico (Lombardia)

Si questo formaggio esiste una curiosità: in Lombardia chi lo mangia conserva anche la buccia che poi possono gustare nella polenta taragna. Merita un grande vino, come il Barolo o il Nebbiolo.

Caprino Nobile – Azienda Agricola Monte Jugo (Lazio)

Si conclude con un formaggio a pasta morbida pasta morbida che pare essere quasi cremosa, la sua consistenza è granulosa-gessosa dovuta all’assenza di caglio e con una muffa naturale in superficie, che si sviluppa in alcune condizioni specifiche. Il consiglio è quello di gustarlo con le bollicine.

Impostazioni privacy