Veganesimo: moda o stile di vita?

Una tendenza che sta cambiando lo stile di vita. I vegani sono sempre di più e i ristoranti prima sprovvisti ora sono al passo con i tempi

Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla terra quanto l’evoluzione verso una dieta vegetariana. A dirlo era Albert Einstein. A distanza di più di un secolo sembra che la tendenza sia ancora più estrema. Il veganesimo, infatti, sembra aver preso il sopravvento e se in passato era quasi impossibile trovare ristoranti che permettessero di mangiare vegan, ora i luoghi di ristoro si sono adeguati alle richieste in continua crescita. Una tendenza che sta cambiando lo stile di vita, insomma. È incredibile pensare che solo dal 2002 a oggi (dati Eurispes 2016) i vegani in Italia sono passati da 30mila a 700mila. E così, nel 2017, nascono e crescono anche tantissimi eventi interamente dedicati al vegan.

CUCINA VEGETARIANA E VEGAN

Occorre precisare che c’è una netta distinzione tra i vegetariani e chi invece adotta uno stile di vita vegan. Semplicemente i primi si limitano a non mangiare carne, ma non escludono del tutto alimenti come latticini e uova derivati dagli animali. L’alimentazione vegana, invece, elimina tutti i prodotti di origine animale dalla carne e suoi derivati, alle uova e derivati, dal latte e suoi derivati, al pesce, molluschi e crostacei. Insomma qualsiasi essere vivente o qualsiasi alimento provenga da esso non è consentito mangiare.

Impronta Unika

LA STORIA DEL VEGANESIMO

Il veganesimo affonda le sue radici nella Londra della prima metà del ‘900. Nel 1944 Elsie Shrigley e Donald Watson, due membri della Vegetarian Society, pensarono che fosse necessario formare un coordinamento di “vegetariani non consumatori di latticini”. Così quello stesso anno Watson organizzò a Londra una riunione di sei “vegetariani non consumatori di latticini”, in cui venne costituita una nuova società, la Vegan Society, di cui Watson stesso fu eletto presidente. Proprio in questa occasione prese vita il termine vegan: le prime e le ultime due lettere del termine inglese vegetarian.

LE MOTIVAZIONI DELLA SCELTA E LO STILE DI VITA

Le motivazioni per cui si sceglie il veganesimo sono molto più nette rispetto a chi sceglie di diventare vegetariano. Il veganismo è dettato da principi etici di rispetto per la vita animale, è basato sul pensiero antispecista e su una particolare visione non-violenta della vita.

Un vero e proprio stile di vita che si traduce anche al di fuori della sfera alimentare. Chi è vegan lo è in tutto: dal cibo all’abbigliamento, al make up. Anche se esserlo e mantenerlo è complesso:  derivati di origine animale possono nascondersi nei prodotti più impensati. I motivi, però, non sono solo di origine etica. Si sceglie questo stile di vita anche per motivi di salute, igiene, religione.

 

Insomma, vivere da vegani non è semplice e, soprattutto, occorre fare attenzione: non mangiare più determinati alimenti può provocare dei danni alla salute e il corpo potrebbe risentirne. Quindi i vegani devono cercare di variare il più possibile la propria alimentazione, cercando di sostituire le sostanze di cui necessita l’organismo.

 

Maria Stefania Di Michele

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta

<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.