Addio a Laura Biagiotti, la regina del cachemire

Si è spenta all'età di 73 anni la stilista Laura Biagiotti, celebre in tutto il mondo come la regina del cachemire e per aver portato il alto il Made in Italy

Lutto nel mondo della moda.  Nella notte di venerdì  26 maggio si è spenta la stilista romana Laura Biagiotti, nota in tutto il mondo come la “regina del cachemire”. La stilista 73enne era stata ricoverata dopo un un malore con arresto cardiaco.

Laura Biagiotti iniziò la sua carriera negli anni ’60 quando, contemporaneamente agli studi universitari in archeologia cristiana, aiutò la madre Delia a portare avanti l’azienda di famiglia, una sartoria che realizzava le divise per le hostess di Alitalia. Una volta appresi i segreti del mondo della sartoria, nel 1966 Laura lanciò la sua prima collezione di prêt-à-porter, in cui si fece notare per la caratteristiche poi divenute celebri nella sua maison: la cura nella scelta dei tessuti e la qualità delle lavorazioni mantenendo in alto il nome del Made in Italy.

Il successo delle collezioni di Laura Biagiotti si spinse oltre il Bel Paese. Nel 1993 ricevette a Pechino  il premio “Marco Polo” per essere stata la prima stilista italiana a sfilare in Cina negli anni ’80, mentre nel dicembre del 1992, a New York, venne nominata “Donna dell’anno” per aver contribuito al prestigio dell’immagine della Moda Italiana nel mondo. Nel 1995, invece, per la prima volta, aprì le porte del Palazzo del Cremlino presentando un grande spettacolo di moda e cultura a Mosca. L’occhio di riguardo verso l’Asia portarono la stilista romana ad aprire negozi a Mosca, Pechino, Bangkok Seoul, Tokyo, ma anche in Europa in cui le sue vetrine spiccarono in grandi città come Parigi, Venezia, Berlino, Milano ed ovviamente Roma. Nonostante il successo mondiale, la Biagiotti fu da sempre legata a Roma, la città eterna, a cui dedicò negli anni ’90 il celebre profumo che porta il suo nome.

Da ex studentessa di archeologia, Laura Biagiotti fu sempre molto legata all’arte, motivo per cui, agli inizi degli anni ’80, finanziò i lavori di restauro del  Castello di Marco Simone, oggi HQ della maison Biagiotti. Dal 2001 ha lavorato a stretto contatto con la figlia Lavinia, imprenditrice, consigliere della Camera Nazionale della Moda Italiana e presidente del Biagiotti Group, che negli ultimi anni ha dato vita insieme alla madre alle collezioni di prêt-à-porter.

Con la sua morte, il mondo della moda perde una colonna importante di un’altra era del fashion, quando il Made in Italy godeva di un alto e privilegiato status senza rivali. Per tutto il corso della sua carriera, Laura Biagiotti  ha lavorato col fine di diffondere la bellezza e l’esclusività del Made in Italy in tutto il mondo, partendo dall’Asia fino all’America.

 

Viviana Guglielmino

Studentessa di lettere moderne, assidua collezionista di Vogue e amante della storia della moda. Scrivo per passione e leggo per diletto. Credo ancora nel giornalismo, nel sapere e nell'informazione quella vera

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.