Europei Under 21, gli azzurrini volano in Polonia

Mogli e fidanzate di tutta Italia, se dopo la fine del Campionato e la finale di Champions pensavate di esservi liberate per un po’ del pallone, non avevate fatto ancora i conti con gli Europei Under 21 e con gli azzurrini di Di Biagio che tanto fanno esaltare i vostri compagni.

Dovrete pazientare quindi un altro po’ per godervi quelle belle serate in riva al mare con il vostro lui, perché l’ora X scatta in Polonia alle 18 di venerdì 16 e terminerà con la finale del 30 giugno.

fonte photo: https://it.wikipedia.org

Edizione numero 21 degli Europei Under 21

E’ meglio quindi che prendete appunti e vi fate trovare pronte per l’edizione numero 21 dei Campionati Europei Under 21, la prima volta della manifestazione a 12 squadre con una prima fase composta da tre gironi. Alle semifinali accedono le prime di ogni gruppo e la migliore seconda, scelta attraverso un criterio alquanto macchinoso secondo cui

– nel caso in cui la seconda migliore fosse quella del Gruppo A, a sfidarla sarebbe la vincente del Gruppo B: la vincente del Gruppo C giocherebbe invece contro la prima del Gruppo A;

– nel caso in cui la seconda migliore provenisse dal Gruppo B o dal C, troverebbe in semifinale la vincente del Gruppo A: nell’altro incontro si affronterebbero le prime del Gruppo B e del C.

Ma come, non sai chi è quello?avete fatto trenta fate anche trentuno e non lasciatevi trovare impreparate sulla composizione dei tre gironi e delle dodici squadre che parteciperanno agli imminenti Europei Under 21, con in campo giovani molto interessanti, dal punto di vista tecnico ovviamente.

 

fonte photo: http://www.stadiosport.it

Girone A, sarà lotta a tre?

Il girone A è quello della nazione ospitante, appunto la Polonia, quello dei campioni in carica della Svezia e quello dei favoriti, almeno secondo i bookmakers, ossia l’Inghilterra. Sembrerebbe una lotta a tre, anche se la Slovacchia non ci sta ad indossare i panni di vittima sacrificale e proverà a dimostrarlo proprio all’esordio cercando di mettere in difficoltà i padroni di casa.

La Polonia, che dal suo canto recrimina per il rifiuto della Società Sportiva Calcio Napoli, ed in particolare di Mister Sarri, di far partire i suoi gioiellini Milik e Zielinski verso l’avventura di questi Europei Under 21 si affida a Linetty, giocatore della Sampdoria, e Kapustka del Leicester City. Le due assenze sulla bilancia sembrano farsi sentire di più rispetto alle presenze e sicuramente le ambizioni dei polacchi sono ridimensionate, così come quelle dei campioni in carica della Svezia, che rispetto a due anni fa non possono contare sulla rosa che li ha portati sul gradino più alto d’Europa, visto che attualmente la maggior parte di essi fanno parte della prima squadra.

L‘Inghilterra dovrà fare a meno di pedine importanti come Dele Alli, formidabile centrocampista del Tottenham ma potrà contare su una squadra che viaggia sulle ali dell’entusiasmo dopo la vittoria del mondiale dei connazionali under 20. I punti di forza dei leoncini in campo invece sono il portiere Pickford, uno dei pochi a salvarsi nel disastro Sunderland, la coppia dell’Arsenal HoldingChambers, l’ex partenopeo Chalobah e la punta di diamante, Nathan Redmond.

La Slovacchia proverà a ripetere il cammino delle qualificazioni dove ha segnato tante reti e subite pochissime piazzandosi davanti a Olanda e Turchia, anche se sarà difficile considerato che molti dei suoi giocatori mettono piede per la prima volta fuori casa. Le eccezioni sono il centrale difensivo Skriniar della Sampdoria, Benes del Borussia M’gladbach e Bero centrocampista dei turchi del Trabzonspor.

fonte photo: http://www.napolinrete.com

Il derby iberico accende il girone B

Per le furie spagnole, mai così rosse come in questa edizione degli Europei Under 21, il derby iberico con il Portogallo è solo ulteriore benzina in un girone di fuoco che si completa con Serbia e Macedonia.

Gli spagnoli sono senza ombra di dubbio i più forti di tutti, potendo vantare una rosa fatta di campioncini già maturi anche in ambito internazionale, basti pensare a Marco Asensio in gol nella finale Champions e che difficilmente i tifosi bianconeri dimenticheranno. Tra le tante altre furie i tifosi del Milan potranno ammirare il loro recente passato, il talentuoso  Deulofeu, mentre a Madrid, sponda Atletico, gli occhi sono puntati su Saul NiguezDenis Suarez, Ceballos, Llorente, Soler completano il reparto di centrocampo. Nella linea difensiva spiccano Bellerin e Gaya, due dei terzini più promettenti del panorama calcistico internazionale.

L’unico vero ostacolo per la Spagna potrebbe provenire dal derby con il Portogallo, arrivato secondo solo dopo i calci di rigore nell’ultima edizione e che tra le sue fila annovera campioni in erba come Renato Sanches del Bayern Monaco, Bruno Fernandes della Sampdoria e Ruben Neves del Porto.

Con queste premesse Serbia e Macedonia sembrano giocarsi il ruolo di outsider del girone B con la massima aspirazione di miglior seconda. La Serbia di Lalatovic punterà sui talenti in giro per mezza europa che due anni fa hanno portato il mondiale under 20 a casa. Grande assente MilinkovicSavic della Lazio, con riflettori puntati allora su Durdevic Grujic.

La Macedonia è alla sua prima apparizione agli Europei Under 21 e di per sé essere arrivato fino in Polonia e davanti alla Francia è già una vittoria per Milevski, ex tecnico del Maribor. I suoi giocatori per la maggior parte militano in patria o nel campionato greco.

fonte photo: http://www.stadiosport.it

Il girone C è quello degli azzurrini

Il girone C è quello dei nostri azzurrini, impegnati contro Germania, Repubblica Ceca e Danimarca in quello che è obiettivamente il girone di ferro di tutti questi Europei Under 21.

La Germania si presenta all’appuntamento in Polonia con più assenti illustri che convocati d’eccezione, considerato che il CT della nazionale maggiore, Loew, ha deciso di portare con sé Sanè, Goretzka, Sule, Werner, Ginter e Brandt a giocare la Confederations Cup in Russia. Ne deriva che il tecnico della nazionale under 21 tedescaKuntz, potrà contare su pochi nomi altisonanti ma ottimi dal punto di vista qualitativo, come Tah, Dahoud, Selke e Gnabry, con quest’ultimo fresco di trasferimento ai campioni di Germania del Bayern Monaco che agirà da falso nove. Qualità che sicuramente non mancherà al centrocampo tedesco con l’accoppiata Max Meyer dello Schalke, e Dahoud, uno dei migliori centrocampisti under 21 d’Europa, di recente preso dal Borussia Dortmund.

L’under 21 della Repubblica Ceca parla molto italiano grazie ai suoi interpreti d’eccezione quali Patrick Schick, oggetto del desiderio di molti club in questo mercato estivo, e Jankto, che molto bene ha fatto nella seconda parte di stagione con l’Udinese di Del Neri. Inoltre la nazionale allenata da Vítězslav Lavička, uno dei migliori allenatori cechi degli ultimi anni, potrà fare affidamento anche su Cerny, vice campione olandese con l’Ajax, e su molti giovani gioiellini che militano in patria, fra Sparta Praga e Viktoria Plzen.

A proposito dei lancieri, nel girone C c’è anche la Danimarca che però non potrà avvalersi dell’arma in più chiamata Kasper Dolberg. Nonostante l’assenza del bomber dell’Ajax, la storia insegna che la nazionale danese non va mai sottovalutata sia che si parli dei connazionali della prima squadra sia che si parli dei temibili “piccolini” dell’under 21. Da tener d’occhio Hjulsager del Celta Vigo e Rasmussen.

fonte photo: http://gianlucadimarzio.com

Gigi ci prova ancora

Tutto si può dire su Gigi Di Biagio, quarantaseienne allenatore dei nostri azzurrini, tranne che abbia un buon rapporto con le competizioni tra nazionali, sia come calciatore che in veste di commissario tecnico. “Non ti puoi permettere di sbagliare la prima gara, altrimenti rischi di essere subito a un passo dall’eliminazione. Bisogna vincere al debutto” ha dichiarato a poche ore dal debutto contro la Danimarca e chissà se avrà pensato a quella traversa che dal 98 in Francia trema ancora. O se invece il suo pensiero era rivolto alla grande delusione della finale persa nell’unico europeo, quello del 2000, giocato con i Golden Goal. Avrà inevitabilmente pensato e fatto tesoro dell’europeo di due anni fa, dove da allenatore è tornato con una disfatta dalla terra ceca eliminato addirittura alla fase a gironi.

fonte photo: http://www.calcioweb.eu

E allora Gigi ci prova ancora affidandosi per la spedizione in Polonia a 23 condottieri pescati dalla Serie A e B.

In porta le prime preoccupazioni per l’allenatore romano sono legate al baby fenomeno Donnarumma, nell’occhio del ciclone nelle ultimissime ore per il mancato rinnovo con il Milan. Le alternative Cragno, fresco di promozione in A con il BeneventoScuffet.

In difesa mancherà Romagnoli, ma Di Biagio potrà contare sull’affidabilissima coppia RuganiCaldara oltre Barreca, Biraschi, Calabria, Conti, Ferrari e Murru.

L’esperienza nei convocati di Gigi è a centrocampo con il capitano dell’under Benassi del Toro, il futuro dell‘Inter Gagliardini, Pellegrini del Sassuolo Locatelli del Milan. A completare il reparto Cataldi e Grassi.

L’abbondanza invece è nel reparto offensivo e Mister Di Biagio potrà scegliere se sparare la cartuccia Bernardeschi, esploso definitivamente a Firenze ed in gol anche con la nazionale maggiore, il figlio d’arte Chiesa, il ritrovato Berardi a sostegno del centravanti dell’Atalanta Petagna.

Visto il valore della rosa a disposizione da Di Biagio le premesse per esorcizzare anni di delusioni sono tante, così come tante sono le pressioni dell’ambiente che vuole questo gruppo di futuri campioni almeno in semifinale.

lunedì 18/06/2017 ore 20.45: Italia – Danimarca

mercoledì 21/06/2017 ore 18.00: R.Ceca – Italia

sabato 24/06/2017 ore 20.45: Italia – Germania

fonte photo: http://www.pianetamilan.it

Che europeo sarà

Care donne, se ancora non siete convinte a seguire gli Europei di Calcio Under 21 2017 provate ad immaginarli come le vostre serie tv, solo che invece della storia del Dottore Stranamore in Polonia vedrete quella di Oyarzabal, il centrocampista spagnolo che porta 47 di piede. Ci sono anche storie tristi, come quella del compagno di squadra di piedoneYeray, convocato e tornato a casa per combattere in prima linea la sua personale battaglia con un tumore.

Saranno anche gli europei della quarta sostituzione, già sperimentata durante i Mondiali under 20, in caso di tempi supplementari, ma soprattutto saranno gli europei dei giovani di belle speranze.

Donne non vi resta che tuffarvi insieme alle vostre metà in questi ultimi 15 giorni di full immersion nel pallone, con la Rai, titolare dei diritti TV, che ha deciso di dedicare il canale RaiSport (canale 57 del digitale terrestre) per la trasmissione di tutte e 21 le partite in programma, mentre i match della nazionale di Gigi Di Biagio verranno trasmesse su RaiUno. 

Dopodiché, promesso, sarà veramente vacanze, aspettando i preliminari di Europa League e quelli di Champions e…

 

Giovanni Arrotino

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.