#italiansareblack: Twitter, il razzismo e l’ignoranza

Il trend più in voga nelle ultime 24h di Twitter vede protagonisti gli italiani, vittime di insensati e inutili pregiudizi con l'ashtag #italiansareblack

#italiansareblack questo l’ashtag lanciato da alcuni utenti americani che nel giro di 24h è diventato il trend numero uno di Twitter.

Il messaggio insito nell’hashtag #italiansareblack, inequivocabilmente razzista, è stato ritwittato da milioni di utenti statunitensi, in maggioranza, seguito da spiacevoli nonché ridicole affermazioni, fondate su pregiudizi e prive di qualsiasi presupposto logico-scientifico. La stessa idea dell’essere neri, di per se assolutamente naturale, si connota dunque fortemente in senso dispregiativo, per un paese, come il nostro soprattutto, che tanto si è speso e ancora si spende per l’accoglienza

Credits photo: twitter


Credits photo: twitter.com


Credits photo: twitter.com


Credits photo: twitter.com

 

Naturalmente le indignate risposte degli italiani non si sono fatte attendere

Spesso con quell’ironia e soprattutto autoironia che contraddistingue il nostro popolo “leggero”, alla maniera di Calvino, quando si tratta di amor di se e di amor patrio, perché spesso l’ironia è la migliore difesa

Credits photo: twitter.com


Credits photo: twitter.com


Credits photo: twitter.com

Eppure, il dato più sconcertante di questa paradossale, purtroppo non unica, vicenda di odio in rete, è non soltanto la dimostrazione di come, ancora una volta, internet possa essere uno tra i più temibili canali di diffusione di sentimenti xenofobi, ma, tale notizia dovrebbe indurci a riflettere anche sui pregiudizi degli italiani all’estero e degli stessi italiani in Italia.

Le nostre “divisioni interne” tra nord e sud, alimentate da inutili stereotipi e luoghi comuni, ci impediscono di coltivare un sano senso di appartenenza al nostro paese, da tutti invidiato (e dagli americani in particolare) per storia, cultura, arte, cibo, clima, moda, preparazione, qualità e patrimonio archeologico e artistico-culturale tra i più grandi del mondo intero.

Forse è vero che l’Italia è stata ormai fatta, ma ancora dobbiamo fare gli italiani.

Sara Fiore

Sara Fiore, siciliana, studentessa universitaria in lettere moderne, classe 1994. Bibliofila, cinefila, letterata, scrittrice in erba passionale come la mia terra. Le parole sono il mio super potere! #thinkcreative

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.