Elezioni in Austria, trionfa la destra di Kurz

Il partito popolare austriaco vince con il leader più giovane di sempre. In vista della formazione di una coalizione, l'Europa teme una svolta a destra

L’Austria ha un nuovo capo di governo, il giovanissimo Sebastian Kurz.
Leader del partito popolare, di cui ha assunto la presidenza lo scorso luglio, Kurz diventa così il più giovane premier europeo, portando a casa la vittoria alle elezioni austriache, dopo aver condotto in pochi mesi il suo partito verso il 31% dei voti.

”Abbiamo reso possibile l’impossibile, grazie al vostro impegno e grazie a questo storico successo”, ha affermato il neo eletto cancelliere.
Ma in Austria il dato oggettivo, che ha attirato maggiore attenzione, è che la destra oltranzista guidata da Heinz-Christian-Strache vola attestandosi al 26%.
La campagna elettorale del nuovo premier è stata interamente incentrata sul tema della sicurezza e del contrasto all’immigrazione, sulla necessità di proteggere le frontiere e sulla lotta all’Islam radicale.
Tra i temi portati avanti, anche riduzione della burocrazia e taglio alle tasse. Classe 1986, nato a Vienna, Kurz inizia la sua carriera politica poco più che ventenne nella gioventù dell’ ÖVP, il partito popolare austriaco. Due anni dopo viene nominato Sottosegretario all’integrazione e a soli ventisette anni diventa Ministro degli esteri.

Ora si aprono i giochi per il futuro governo. Sarà infatti necessario creare nuove alleanze.
Il partito popolare potrebbe formare una coalizione con il partito di estrema destra, l’FPÖ, che si è presentato alle elezioni con il suo storico leader Strache, da cui Kurz ha tratto alcuni temi per fare la sua campagna elettorale, principalmente la lotta all’immigrazione clandestina e il passaggio dei migranti irregolari al Brennero.
Una nuova grande coalizione tra i popolari e i socialdemocratici non sembra essere particolarmente plausibile per ora.

La vittoria di Kurz è comunque sancita, ma il centro-sinistra è ancora vivo, attestato al 26,8% e impegnato in queste ore in un testa a testa con il partito di Strache.
”Ha vinto il cambiamento, ora impegniamoci per costruire una nuova Austria” ha dichiarato dopo il trionfo Kurz, mentre gli avversari riconoscono la sconfitta.
Il cancelliere uscente del partito socialdemocratico SPÖ Christian Kern ha affermato: ”In Austria, come è già avvenuto in altri paesi europei, assistiamo a una forte svolta a destra che evidentemente non favorisce i movimenti socialdemocratici”.

Ora bisognerà attendere i risultati definitivi per sapere con quali forze finirà per governare il giovane cancelliere. Se deciderà per una definitiva sterzata a destra, al momento ipotesi più accreditata, oppure creare una grande coalizione con i socialdemocratici. I numeri esatti si sapranno solo giovedì, dopo il conteggio dei voti arrivati per posta.
Sta di fatto che dopo il calo della Merkel e della SPD in Germania, questo risultato in Austria è sintomo di un malessere che si sta diffondendo a macchia d’olio.

Federica Antonecchia

0 Commenti

Nessun Commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi prima commentare questo articolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.