FIFA 18 o PES 2018? L’eterna sfida videoludica

I due calcistici più amati e lo scontro tra EA Sports e Konami

Una nuova stagione calcistica è ormai iniziata e con essa è tornata l’eterna domanda: quale scegliere tra FIFA e PES? Una domanda mai scontata, visto che entrambi i titoli hanno propri pregi e propri difetti e in questo articolo proveremo a metterli in evidenza. Partiamo dalla data di uscita. PES 2018 è in uscita oggi, 14 settembre, in Europa, mentre in America è disponibile dal 12, mentre FIFA 18 uscirà il 29 settembre.

FIFA 18 vs PES 2018: quale scegliere

Electronic Arts, dunque, è pronta a schierare la rinnovata formazione del suo FIFA 18, e Konami ci ha messo l’anima e il cuore in questo nuovo PES 2018. Difatti sono a lavoro dal 2016 a questo titolo e finalmente è pronto. Lo scontro tra questi giganti dello sport videoludico è ormai un appuntamento fisso. Ogni anno infatti i fan di una o l’altra fazione difendono il titolo da loro preferito (quasi fosse diventata una questione personale).

Come ogni anno le due società si studiano a fondo, ogni passo è fondamentale, dalla presentazione a Los Angeles o a Colonia, fino alla data di uscita. Ogni cosa è studiata nei minimi dettagli. Come nei mini dettagli è ormai generato il comparto grafico e sotto quest’aspetto, EA e Konami intraprendono strade diverse per raggiungere il medesimo obiettivo. FIFA 18 vs PES 2018 è sempre più una ricerca della perfezione.

FIFA 18 con Frostbite (motore grafico) sempre più potente, preferisce concentrare le sue forze non nella modellazione dei volti, quanto alla loro prestanza fisica. Questo aspetto è riportato in maniera quasi perfetta. Basta vedere corsa, dribbling, e presenza in campo dei giocatori. 

PES 2018 utilizza, invece, il FOX Engine e sceglie, dunque, di focalizzarsi soprattutto sulla raffigurazione delle espressioni facciali, nelle quali ogni minima lentiggine, ruga e imperfezioni sono riportate in maniera perfetta. Nello stesso tempo, soprattutto in questo nuovo capitolo, ha creato un comparto di movimenti molto fluido rispetto ai vecchi capitoli, difatti il dribbling è diventato un movimento naturale. In entrambi i titoli troviamo animazioni in campo e fuori molto naturali.

Passiamo alla giocabilità. Dopo la prova della demo, si nota che FIFA 18 ha subito i cambiamenti più rilevanti su tale fronte: il ritmo di gioco è rallentato considerevolmente, diviene più pesante, più “fisico”. C’è più complessità nel controllare i giocatori. Dal canto suo Konami per PES ha studiato migliorie, non massicce, ben mirate. Con PES si compie infatti uno scatto verso la simulazione. Infatti la manovrabilità del giocatore palla al piede si fa più tangibile e corposa. Avendo una reale presenza nell’impatto dei contrasti e la palla reagisce differentemente alle sollecitazioni.

Entrambe hanno avuto voti altissimi dalla critica, si viaggia dall’8 al 9 su 10. Inoltre PES è risultato miglior gioco sportivo della Gamescom. Dunque l’impressione iniziale è che le due case posseggano uno spirito similare per il gameplay. Le due aziende inoltre puntano molto sul comparto online, da un lato FUT (FIFA Ultimate Team) divenuto ormai un’icona tra gli appassionati della serie, e dall’altro MyClub, giovane, ma che ha tanta voglia di dimostrarsi alla pari.

Unica nota dolente, o piacevole, dipende dai punti di vista, sono le licenze. FIFA 18 può contare licenze ampissime nel suo capitolo, PES 2018 invece si vanta l’esclusiva Champions League, Europa League e AFC per un altro anno (poi si vedrà). Difatti non poche sono squadre e campionati senza licenza, a partire da quello italiano dove non ci sono licenze per il campionato né per alcune squadre, per finire con quello tedesco che manca totalmente. Però, come dicevo, potrebbe essere un problema relativo. Si, perché PES da la possibilità di aggiungere i cosiddetti File Option, file che implementano squadre e campionati con divise e stemmi ufficiali. Ma non è tutto, se gli anni passati con la old-generation e l’anno scorso con PS4, quest’anno Konami ci ha stupiti tutti. Ha infatti implementato i File Option come parte integrante del mondo PES, raggiungendo accordi con società esterne che le distribuiranno, alcune a pagamento e altre gratuitamente, appena sarà disponibile il gioco, ovvero da oggi. Per gli interessati vi basterà andare sui siti PES WORLD, PES UNIVERSE o PES TEAM. Dunque l’eterna sfida continua, ma mai come quest’anno i due titoli sono vicinissimi e la scelta sarà sicuramente dura.

 

Enzo Auriemma

2 Commenti

  1. Avatar
    Emanuel settembre 14, 2017

    Fifa o pes? Devo dire che ho comprato sempre fifa.. Ma quest’anno sono confusoooo

    Reply
  2. Avatar
    Emanuel settembre 14, 2017

    Fifa o pes? Devo dire che ho comprato sempre fifa.. Ma quest’anno sono confusoooo.. Mi aiutate a schiarire un Po le ide? Grazie

    Reply

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*