Nuova truffa WhatsApp con voucher Acqua & Sapone da 200 euro

Verificate l'autenticità dei messaggi che ricevete

Non viene detto mai abbastanza spesso: attenzione alle informazioni che circolano sui social media. Quelle che anni fa erano le catene di sant’Antonio e si diffondevano via SMS chiedendo ai destinatari di inoltrare ad altri X contatti, oggi si sono perfettamente trasferite sui social e – direi soprattutto – sulle applicazioni di messaggistica, dove è ancora più difficile smascherarle. Periodicamente, per esempio, circola una nuova truffa WhatsApp, l’app di messaggistica più utilizzata al mondo con più di un miliardo di utenti.

Analizzando il fenomeno dal punto di vista comunicativo è molto interessante osservare come questo tipo di diffusione dei messaggi si sia adattata perfettamente alla piattaforma. Mentre per forza di cose via SMS si trattava solo di testo ed emoticon ottenute dalla punteggiatura, su WhatsApp e sui social media abbiamo catene con tanto di emoji, grassetti, corsivi e, la cosa peggiore, i link. Rifacendosi al principio della scarsità viene scritto nel messaggio di affrettarsi a compiere un’azione, solitamente per poter usufruire di un’offerta straordinaria o di un regalo. Proprio questo avviene nell’ultima truffa WhatsApp, che è molto simile a quella di qualche settimana fa relativa ad un presunto buono regalo Conad del valore di 250 euro, ma stavolta la truffa WhatsApp riguarda un’altra famosa catena di negozi.

La truffa WhatsApp di Acqua & Sapone

L’ultimo tentativo di phishing circola su WhatsApp già da alcune settimane, e riguarda come avrete sicuramente intuito la catena di negozi Acqua & Sapone. La formula è la medesima vista in precedenza con i supermercati Conad, presentando agli utenti un messaggio in cui è scritto che, per festeggiare il proprio anniversario, la catena regala un voucher dal valore di 200 euro, e per poterlo avere è necessario sbrigarsi perché “Prendilo finché dura”, e non c’è niente di cui preoccuparci perché “Ne ho già richiesto uno.❤️❤️”.

Il problema di base è sempre lo stesso: gli utenti non sono formati a dovere. Le persone cioè, molto spesso, non sono in grado di comprendere come distinguere un’informazione vera e una bufala, e non lo sono perché – a volte, so che generalizzare è errato – non gli è stato insegnato, e anche se siamo nell’era di internet e della possibilità di imparare qualsiasi cosa solo cercandola in rete, è comprensibile che il senso critico non si manifesti dal nulla.

È anche vero che talvolta, chi è in grado non si sforza ugualmente di effettuare una ricerca su Google prima di inoltrare un messaggio del genere ai suoi contatti. Gli utenti devono capire che al loro nome viene associata la fiducia degli altri, e che la diffusione di un contenuto è una cosa seria, in base alla quale la fiducia reciproca presuppone che un utente, prima di divulgare un informazione, abbia verificato la sua veridicità. Spesso purtroppo così non avviene, e vengono diffuse notizie con molta, troppa leggerezza.

La catena di negozi Acqua & Sapone si è espressa sulla pagina ufficiale Facebook a proposito della truffa WhatsApp, come si può vedere di seguito. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: fate attenzione ai messaggi che ricevete e, di conseguenza, divulgate. Non fornite mai informazioni e dati personali se non siete sicuri al cento percento della sicurezza di ciò che fate. Se avete un dubbio, basta solo una ricerca su Google e/o sui siti di debunking dedicati a smascherare bufale e truffe, come Bufale.net.

 

Acqua & Sapone avvisa i propri clienti che in questi giorni, tramite messaggistica istantanea come WhatsApp, viene…

تم نشره بواسطة ‏‎Acqua & Sapone‎‏ في 13 يونيو، 2017

Andrea Careddu

Ho 22 anni e studio Comunicazione alla Carlo Bo di Urbino. Scrivo di Tech e Social Media. Racconto gli eventi dall'interno. Amo la fotografia. Studio Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Sono @acareddu ovunque o quasi.

1 Commento

Lascia una risposta


Warning: Illegal string offset 'note' in /home/caffecar/public_html/newsandcoffee.it/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.